Il Quinto Quarto, Roma

28 gennaio 2014

Una piccola sala interna e una esterna chiusa e riscaldata, servizio gentile e affabile e una buona cucina romanesca da cui attingere grandi classici invitanti e ben fatti. materie prime di alta qualità e una cucina classica romanesca, dall'ottima carbonara alla crostata di ricotta Le materie prime sono di alta qualità (alcune Presidio Slow Food) e vengono lavorate il minimo indispensabile per valorizzarle: pecorino di Picinisco, caciotta di bufala di Amaseno, prosciutto di Bassiano, lenticchie di Ventotene, olio della Sabina e molto altro. Imprescindibile l’ottima carbonara, qui proposta decisamente al dente, cremosa e pungente. Da assaggiare anche la gricia con le pere, i rigatoni con la pajata oppure una delle saporite zuppe di verdure che cambiano in accordo con le stagioni. Tra i secondi meritano una menzione la squisita coda alla vaccinara con l’aggiunta di cacao amaro come da tradizione, una generosa trippa alla romana, i saltimbocca, i cervelletti fritti (un piatto sempre più difficile da trovare) e le polpette di manzo con uvetta e pinoli. Per concludere si può scegliere tra un morbido tiramisù in barattolo di vetro, pere cotte nel vino e una crostata di ricotta di pecora e visciole. Carta dei vini focalizzata sulle etichette regionali e una bella selezione di birre artigianali.

Il Quinto Quarto

  • Indirizzo: via della Farnesina 13, Roma
  • Chiusura: domenica
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 3338768

I commenti degli utenti