Il Santo Bevitore, Firenze

12 marzo 2014

Il Santo Bevitore è uno degli indirizzi più gettonati di Santo Spirito, una vera icona di stile culinario, frequentata da fiorentini e turisti. L’arredo è da osteria rivisitato in chiave soft, non mancano candele e vettovaglie creative, ma soprattutto si mangia proprio bene. una cucina in cui si fondono elementi tradizionali e gusti contemporanei Uno dei luoghi per eccellenza dove si fondono elementi tradizionali a gusti contemporanei, un carosello gastronomico che ruota intorno a pesce, carne e salumi, abbinati spesso a tante verdure: è questo che vogliono far mangiare ai loro clienti Marco e Martina Baldesi e Stefano Sebastiani, le anime del locale. Ottima la Terrina di fegatini di pollo con ristretto al Vin Santo accompagnata da pan brioche; per i vegetariani consigliata la delicata Spuma di cavolfiore con caffè, capperi e quinoa croccante. Tra i primi spiccano i Tortellini ai piselli con fonduta di parmigiano oppure, per gli stomaci più robusti, sono da provare i maccheroncini con il sugo di ossobuco. La ciccia si trova negli affettati proposti come antipasti, accompagnati da pecorino e mostarda di pere, oppure nella tartare al coltello o una groppa di manzo. In ambito ittico è da provare il polpo croccante, così come i calamari ripieni. Lista dei dolci sempre in evoluzione, così come la carta dei vini, mai banale. Da sempre attenti al sociale, i proprietari promuovono eventi legati al cibo che aiutano i meno fortunati.

Il Santo Bevitore

  • Indirizzo: via Santo Spirito 66/r, Firenze
  • Chiusura: domenica a pranzo
  • Spesa: entro i 30€
  • Chef: Pierluigi Campi
  • Tel: 055 211264

I commenti degli utenti