Jaipur, Roma

8 novembre 2013

Quasi un ristorante indiano storico di Trastevere, con una piccola sala all’ingresso e una decisamente più ampia sul retro, Jaipur è ancora un punto di riferimento per gli appassionati di pietanze stuzzicanti e speziate. Oltre ad avere un ricca scelta di piatti vegetariani, il menu propone veramente di tutto. Si parte con gli antipasti: deliziose le onion baji (cipolle in pastella di ceci) e i samosa di patate speziate e piselli. Un bell'assortimento di ottime pietanze vegetariane, in particolare quelle a base di paneerTra i piatti principali meritano un assaggio lo shai paneer (formaggio fresco indiano in una densa salsa di pomodoro e spezie), il curry di pollo Kashmir (erbe fresche, pomodori, peperoni, cipolle), l’aloo gobhi (cavolfiori e patate saltati in padella con spezie indiane) e il malai tikka, pollo con salsa di anacardi e spezie. Praticamente ogni pietanza viene servita in piccole casseruole di metallo e immersa in una ricca salsa, quindi l’ideale è accompagnare il tutto con del riso (bianco, con piselli e frutta secca, allo zafferano) oppure con uno degli ottimi pani naan serviti caldi (all’aglio, al formaggio paneer). Dolci rinfrescanti per terminare il pasto, in particolare il kulfi: un gelato indiano a base di pistacchio e mandorle.

Jaipur

  • Indirizzo: via San Francesco a Ripa 56, Roma
  • Chiusura: lunedì a pranzo
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 5803392

I commenti degli utenti