La Dogana, Roma

8 febbraio 2014

Una novità del quartiere Ostiense (in coincidenza con il nuovo anno cinese del Cavallo), a pochi passi da Eataly e da una altra grande struttura (Porto Fluviale, appunto) questo multifunzionale open space di matrice orientale si vuole posizionare in un quartiere dall’alto tasso di crescita enogastronomica come un riferimento della cucina fusion orientale (cinese, mongola, thailandese, giapponese) e non solo (sudamericana). la formula è la classica all you can eat, ma l'offerta spazia tra la cucina cinese e quella sudamericana L’imprinting è quello di un grande tempio della ristorazione a buffet, con una connotazione evidentemente più attenta alle mode della Capitale, anche se meno ai canoni cinesi, a partire dall’arredamento (c’è la zampino di RPM project, gruppo di architetti romani che ha firmato altri locali noti). Il format è quello no limits dove a pranzo e a cena, con un prezzo sempre sotto i 20 euro, si potrà spaziare tra un enorme buffet e una scelta ampia di carni e pesce alla griglia, primi piatti, piatti al vapore e zuppe, il tutto in perfetto stile orientale. Il ristorante è attivo anche al momento dell’aperitivo, dove a una buona selezione di cocktail si aggiungono una discreta carta dei vini e della birra Menabrea alla spina, accompagnati anche qui da un buffet dedicato. I piatti più interessanti sono quelli cotti al vapore dentro i classici cestini in bambù: il raviolo dal ripieno crudo viene cotto a 104 °C per 3 minuti e servito. Interessante anche il Huo Guo, ovvero una zuppa self-made personalizzabile , da fare direttamente al tavolo con una zuppiera a gas. Pregevole anche il menu bambini al 50%.

La Dogana

  • Indirizzo: via del Porto Fluviale 67/b, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 5740260

I commenti degli utenti