Lumière Prati, Roma

20 aprile 2018

Che ci fosse lo zampino di uno stellato, nella cucina di Lumière Prati, è cosa poco nota. Eppure qui l’executive chef è Roberto Minnetti, professionista di lungo corso che conserva ancora la voglia di mettersi in gioco, senza però urlarlo troppo in giro. bistrot a pranzo, ristorante gourmet la sera L’ambiente è caldo e accogliente, si presenta con un bancone da bar caffetteria, elementi d’arredo e pareti dai toni vivaci, ampie vetrate e tanti lampadari colorati, da cui il nome del locale. Aperto dalla colazione fino a tarda serata, a pranzo Lumière Prati viene incontro alle esigenze dei numerosi lavoratori della zona con pochi piatti che cambiano quasi quotidianamente. A cena si palesa invece l’anima gourmet e la dicitura bistrot finisce per essere quasi fuorviante. La proposta punta infatti su materie prime pregiate e accostamenti non banali, in un menu intrigante che si adatta alle stagioni. Tra gli antipasti La bufala a mo’ di burrata: una sorta di gioco di illusionismo, dove la crema di robiola e panna va a riempire la mozzarella, coi fagiolini di accompagnamento ed una sfoglia brisée con pomodorini confit e olio alla vaniglia a dare croccantezza e dolcezza. Opulenta la Carbonara di mare: spaghettone Benedetto Cavalieri con ricci e vongole. Delicato ma gustoso il Baccalà al vapore con salsa allo zafferano. Decisamente più strutturato il Piccione ripieno di frutti di mare con salsa d’ostriche. Voluminosi e invitanti gli hamburger: la scelta è tra due di manzo, uno vegetariano e un altro di pollo. Classici i contorni, così come anche i dolci, completano l’offerta i taglieri con le selezioni di salumi e formaggi di DOL (Di Origine Laziale) e le ostriche Utah Beach di Jean Paul Guernier.

Lumière Prati

  • Indirizzo: via Cicerone 25, Roma
  • Chiusura: domenica a pranzo
  • Spesa: oltre i 50€
  • Tel: 06 92097669

I commenti degli utenti