Magorabin, Torino

8 gennaio 2014

Marcello Trentini è uno di quegli chef con una marcia in più. Non lo intuisci dall’acconciatura di dreadlocks raccolti, non lo deduci dallo sguardo brillante, non lo pensi perché hai già letto qualche racconto in giro: un ristorante dove emerge forte il sentimento culinario dello chef Marcello Trentini, un mix irresistibile di tradizione e creatività ti basta la sua cucina e lo spirito che ogni piatto emana, un misto di perizia, divertimento e sapore davvero irresistibile. La tradizione torinese parla ancora a voce alta nel menu di Magorabin, ma i sottotitoli sono opera originale dello chef, come ad esempio nel Tris di bolliti con bagnetto verde e nel Vitello alla Cavour. Accanto a sapori che disorientano con piacere come la Oyster Steak Tartare (un mari & monti moderno, volendo) trova posto senza forzature un piatto rassicurante come i Plìn di Nonna Lucia. Rustici ed eleganti al tempo stesso anche i Ravioli di cipolle con crema di Grana Padano. Meritano un assaggio generoso il Petto d’anatra alla Marengo e la Cotoletta di spada all’amatriciana. Si finisce in dolcezza con dessert territoriali (Langhe: zabaione, nocciola e torroncino) e delizie quasi scorrette come il Crème caramel di foie gras e macaron al tartufo nero.

Magorabin

  • Indirizzo: corso San Maurizio 61/b, Torino
  • Chiusura: domenica e lunedì a pranzo
  • Spesa: oltre i 50€
  • Chef: Marcello Trentini
  • Tel: 011 8126808

I commenti degli utenti