Mekong, Roma

21 gennaio 2014

Giungere in questo ristorante con una buona dose di curiosità è il metodo migliore per gustare al meglio tutto quello che di buono ha da offrirvi. Ogni dubbio sarà sciolto dalla passione e dall’esperienza del proprietario, Pino Peretti. da non perdere gli involtini nem da avvolgere in foglie di lattuga e il corroborante pho, con fettine di manzo e verdure mistePartiamo dai fondamentali: i nem e il pho. I primi sono sfoglie di riso ripiene di maiale speziato e verdure da avvolgere in foglie di lattuga, guarnire con menta fresca e intingere in una salsa di pesce fermentato e limone, la nuoc cham (non spaventatevi: accentua l’umami della pietanza ed è squisita). Il pho è una zuppa sostanziosa la cui base è un brodo ricco e speziato con lemon grass, anice stellato, pepe nero e coriandolo; al Mekong è servito con fettine di manzo, verdure miste e germogli di soia, da cuocere direttamente nel brodo caldo. Per proseguire non mancano ottimi secondi, tra i quali il pollo piccante al lemon grass e crema di arachidi in salsa tipica all’arancia oppure i gamberi caramellati allo scalogno e salsa nuoc mam. I dessert prediligono l’utilizzo della frutta, in particolare banana, mango e cocco. A pranzo sono disponibili diversi menu interessanti a 10 euro.

Mekong

  • Indirizzo: via Enea 56/a
  • Chiusura: martedì a pranzo
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 7825247

I commenti degli utenti