Necci dal 1924, Roma

11 febbraio 2014

In qualche modo questo locale che pesta i piedi a qualcuno (due incendi dolosi, uno nel 2009 e uno nel 2013) riesce sempre a rinascere letteralmente dalle proprie ceneri e c’è da essergliene grati. il momento migliore per visitare necci è indubbiamente la colazione, in particolare durante l'estate Lasciando da parte le mode capitoline, Necci è un locale dove è ancora bello darsi appuntamento. Il momento della colazione, in particolare durante la settimana e se il tempo lo permette, è il più bello della giornata: sotto agli alberi e agli ombrelloni del dehors, seduti a un tavolino con un libro in una mano e un cornetto nell’altra, ci si appresta al migliore degli inizi. Aperitivi e brunch sfidano i numerosi rivali della Capitale a suon di pizzelle fritte condite con bufala e pomodori freschi, panini con avocado, pancetta e pollo grigliato e dolci dall’aroma casalingo preparati come si conviene. La cena, affidata alle cure dello chef Andrea Quaranta, mescola piatti tradizionali a ispirazioni personali e propone un menu che cambia spesso. In estate il consiglio è di fare man bassa dei gelati artigianali, venduti in stecchi già confezionati: quello al cioccolato bianco e caramello non ha rivali.

Necci dal 1924

  • Indirizzo: via Fanfulla da Lodi 68, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Chef: Andrea Quaranta
  • Tel: 06 97601552

I commenti degli utenti