Osteria Bonelli, Roma

11 novembre 2015

Di posti così a Roma se ne vedono sempre meno, e per scovarli di solito bisogna evitare il centro e infilarsi tra le pieghe delle periferie. L’Osteria Bonelli, con la sua insegna blu, l’arredo semplice e accogliente, e un personale rustico ma gentile, è un faro quando la notte gastronomica romana non accenna a suggerire altri porti validi. classici della cucina romanesca ben fatti, in porzioni generose e dai prezzi contenuti Il menu è esposto su una lavagna, spesso si accorda alla stagione corrente e propone tanti classici della cucina romanesca. Il piatto più noto (e più ordinato) qui è la gricia, una porzione abbondante e ben unta di tonnarelli ancora al dente con una dose più che generosa di guanciale croccante. L’antipasto della casa, solitamente uno spauracchio insapore e banale nelle turisterie del centro, qui è una saporita processione di verdure in padella, olive all’ascolana, alici fritte, salumi e formaggi locali, mozzarelle di bufala, fiori di zucca, filetti di baccalà e un’ottima burrata servita con le alici. Meritano un assaggio anche la zuppa di ceci e baccalà con i quadrucci, densa e ricca di sapore, i fagioli con le cotiche e le polpette. Il servizio è generalmente rapido e i prezzi sono contenuti. L’unico neo è l’eventuale doppio turno: la fretta a tavola non è mai piacevole, ma se siete disposti a chiudere un occhio, troverete posto anche in un sabato sera particolarmente frenetico.

Osteria Bonelli

  • Indirizzo: viale Dell'acquedotto Alessandrino 172, Roma
  • Chiusura: domenica
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 329 8633077

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti