Pavè, Milano

5 febbraio 2014

Quando si pensa a uno di quei locali dove trascorrere la giornata, la scelta ormai cade facilmente su uno di quei posti super-multifunzionali, che nutrono il cliente dalla colazione al dopocena a ciclo continuo. dalla colazione all'aperitivo, un locale adorabile e a misura d'uomo Se doveste avere in mente un luogo più a misura d’uomo, con poltroncine di velluto sgualcite ad arte, tavoli di legno, un bancone semplice e invitante, un profumo lieve di dolci e dell’ottima musica di sottofondo, il consiglio è di mollare tutto e venire da Pavè. A partire dalla colazione: tutte le brioche sono squisite e leggere, ma la regina qui è la 160, alveolata e ricca di marmellata di albicocche homemade, soprattutto se accompagnata da un cappuccino preparato come si deve. Passare di qui per la pausa pranzo è già una scommessa vinta: si può scegliere tra ottimi sandwich con pane preparato in loco (Taleggio, composta di mele e noci; culatta, burro e salsa alle acciughe; prosciutto cotto, Fontal e mayo Pavè), insalate sostanziose e alcuni piatti del giorno. Per gli irriducibili della merenda si può parcheggiare la bicicletta fuori dal locale, sedersi a un tavolo e magari accompagnare il tè prescelto con una monoporzione di crostata al limone e meringa oppure con un delizioso bicchierino di pan meino e panna. All’ora dell’aperitivo si servono cocktail classici (Garibaldi, Mezzo e Mezzo, Negroni, Bianco Sarti, Spritz), accompagnati da pistacchi, olive e patatine, oppure tranci di pizza appena sfornata e taglieri di salumi.

Pavè

  • Indirizzo: via Felice Casati 27, Milano
  • Chiusura: lunedì
  • Spesa: entro i 30€
  • Chef: Giovanni Giberti
  • Tel: 02 94392259

I commenti degli utenti