Pinsa e Buoi, Roma

12 dicembre 2013

Una delle pizzerie storiche di San Lorenzo e una delle poche a servire la pinsa che dà il nome al locale, una pizza dalla forma ovale dell’antica tradizione romana, qui preparata con un mix di farine (grano tenero, riso, soia) e lasciata lievitare a lungo. Per iniziare, è buona regola assaggiare qualche fritto: supplì piccanti alla ‘nduja, fritto vegetale di broccoli cipolla zucchine e melanzane, filetti di baccalà e chips di patate; specialità del locale è ovviamente la pinsa proposta in decine di varianti, dalle più classiche alle creative ottime anche le bruschette di pane fatto in casa, con lardo e balsamico o miele, fagioli e cipolla di Tropea oppure con ciauscolo e stracchino. C’è un’ampia scelta di pinse, dalle classiche (margherita, marinara, capricciosa, patate e pancetta) alle più ardite come la Veneta (filetti di baccalà, passatina di ceci e fiordilatte) e la purè e speck, che è proprio ciò che sembra: mozzarella, purè di patate, speck e scaglie di parmigiano. In menu è possibile trovare primi di pasta fresca, secondi, contorni e stuzzicanti taglieri. Carta dei vini dalle numerose etichette e qualche birra artigianale. Nel weekend la prenotazione è necessaria.

Pinsa e Buoi

  • Indirizzo: Viale dello Scalo San Lorenzo 15, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 4456640

I commenti degli utenti