Il Santo Bevitore, Milano

3 luglio 2018

Nelle vie intorno a Paolo Sarpi non si trovano solo supermercati etnici e street food orientali: Il Santo Bevitore, ristorante tradizionale ma con una certa dose di creatività ed eleganza, ne è un ottimo esempio. il menu, tutto italiana, spazia per l'intera penisola Le vetrine sobrie del locale si mimetizzano perfettamente nel palazzo vecchia Milano; ma basta varcare la soglia per lasciarsi catturare dagli arredi in legno, dalle travi a vista, dai colori caldi che sanno rendere il luogo subito accogliente: e a confermare l’impressione ci pensano Rita Frisario e Daniele Luvinetti, da alcuni anni proprietari e gestori del locale, che danno personalmente il benvenuto ai nuovi arrivati. Il menu, tutto italiano, spazia per l’intera penisola, dagli spaghetti cacio e pepe alla cotoletta alla milanese; la specialità della casa sono comunque le tartare, la cui disponibilità varia di giorno in giorno secondo le proposte del mercato. Per il resto, la carta comprende classici rivisitati quel tanto che basta, come i tagliolini con ragù d’anatra e zeste d’arancia o le pappardelle con funghi e calamari. Ricca la lista dei vini, gradevole l’ambiente, che agli arredi classici abbina qualche nota rustica, grandi vetrine luminose, un piccolo soppalco.

Il Santo Bevitore

  • Indirizzo: via Aleardo Aleardi 22, Milano
  • Chiusura: sabato a pranzo e domenica
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 02 3313350

I commenti degli utenti