Scinuà, Putignano

24 giugno 2014

Sembra siciliano e invece è francese: è la pronuncia maccheronica di chinois, colino a forma conica. Con la cucina d’Oltralpe questo localino nel centro storico di Putignano però ha poco da spartire, fatta eccezione per l’uso disinvolto dei grassi che una tantum di certo non fanno male. una cucina dall'atmosfera retrò che utilizza ottime materie prime locali Il primo a rifiutare l’obiezione sarebbe lo chef-patron Gigi Pugliese che, nel menu sempre attento al gusto, alla salute e alle scelte di tutti, propone anche piatti vegani cent pour cent come la Purea di fave, orzo, cipolle candite, sivoni (cicoria selvatica molto dolce) e farinella, il celebre sfarinato di ceci che prende il nome dalla maschera-icona del celeberrimo Carnevale di Putignano. Una cucina d’atmosfere un po’ retrò si fa assaggiare con gusto in questo localino nel cuore del centro storico, dirimpetto a un teatro bellissimo sul quale è calato il sipario da un pezzo e non c’è speranza che i riflettori tornino ad accendersi, sembra. Una nota melanconica alla quale fa da contrappeso questo Scinuà, dove piatti, stoviglie e ospiti, rumoreggiano allegramente fra libri e vinili in mostra (da Van Morrison a Charles Mingus, passando per i Talking Heads per non farsi mancare niente). Tutto contribuisce al climax, anche le volte in pietra che danno un calore tutto particolare alle magnifiche tagliate di scottona, allevate in Puglia, meglio se abbinate alle etichette bio (per chi preferisce c’è la birra artigianale).

Scinuà

  • Indirizzo: Via Santa Lucia 18, Putignano (BA)
  • Chiusura: domenica sera
  • Spesa: entro i 30€
  • Chef: Gigi Pugliese
  • Tel: 080 4058430

I commenti degli utenti