Spiazzo, Roma

17 dicembre 2016

Laddove sorgeva Bibere Bistrot ora c’è Spiazzo. Stessa proprietà ma locale in parte rinnovato e soprattutto nuovo format: una pizzeria, con pizza da degustazione servita a spicchi. Immutata invece l’attenzione nei confronti della birra artigianale, per gli amanti della mixology da provare i cocktail serviti fino a tarda serata. Nell’affollato panorama romano della pizza, per la pizza, un impasto ibrido che guarda a napoli ma strizza l'occhio a roma Spiazzo riesce a ritagliarsi un ruolo originale grazie a un impasto ibrido, che guarda a Napoli ma strizza l’occhio a Roma e più precisamente alla tradizione della pizza in teglia capitolina. 48 ore tra lievitazione e maturazione rendono leggera e friabile la base che andrà ad ospitare materie prime di alta qualità, nelle varianti Classiche (Marinara, Margherita e Romana) o Tipiche, realizzate con un’attenta selezione degli ingredienti. Con le Spiazzanti invece si dà libero sfogo alla creatività dello chef Mattia Lattanzio (vincitore del premio Chef Emergente Centro 2015), accostamenti coerenti con la definizione: sorprendenti. Il consiglio è di farvi servire una pizza alla volta e dividerla coi commensali, proverete più farciture ed eviterete di mangiarla fredda. Infine non possono mancare i fritti: i supplì, al telefono o ispirati ai primi romani; i gustosi Lingotti tra cui quello al baccalà mantecato o alla ricotta e ‘nduja; per finire interessante la lista dei cosiddetti Ripieni Fritti.

Spiazzo

  • Indirizzo: via Antonio Pacinotti 83, Roma
  • Chiusura: lunedì
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 5562738

I commenti degli utenti