Tiberino, Roma

2 settembre 2016

Accoccolato sulla piazzetta della chiesa di San Bartolomeo, praticamente nel cuore dell’isola Tiberina, questo locale accoglie i clienti fin dalle prime ore del mattino. Che siate tipi da cornetto (buono) e cappuccino o che vogliate iniziare con una generosa colazione all’inglese, un bistrot gelateria caffetteria ristorante, tutto nel cuore dell'isola tiberina qui troverete letteralmente pane per i vostri denti. A pranzo la proposta si ispira al bistrot, rapido ma di gusto: panini, insalate, hamburger (di manzo, classico, oppure di baccalà) e piatti veloci. Senza nulla togliere all’aperitivo (con cocktail classici e insoliti) uno dei momenti migliori è sicuramente la merenda, specialmente se si approfitta della sezione gelateria, i cui gusti sono preparati con latte locale e frutta di stagione: ottimo il pistacchio, acidulo e piacevole lo yogurt. Per cena il menu acquista corposità e si arricchisce con altri piatti proposti: Alici fritte con panure di pistacchi e crema al peperone, una cacio e pepe rustica ma soddisfacente, battuta di manzo con olive e capperi, e molto altro, a seconda della stagione. L’ambiente è semplice e piacevole, il servizio è premuroso ma tende a rallentare quando il locale è pieno e nel weekend.

Tiberino

  • Indirizzo: via di Ponte Quattro Capi 18, Roma
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Chef: Luca Mattana
  • Tel: 06 6877662

I commenti degli utenti