Totò, Milano

30 settembre 2015

Letteralmente un angolo di Napoli a Milano, a partire dall’ambiente volutamente kitsch e disseminato di fotografie di colui che dà il nome al locale, Antonio De Curtis, in arte Totò. L’ispirazione partenopea non si esaurisce negli arredi ma coinvolge l’intero menu, dall’antipasto al dolce. cucina partenopea servita in porzioni generose, un angolo di napoli a milano Appena seduti al tavolo, uno dei solerti camerieri vi porterà qualcosa per spezzare l’appetito, spicchi di pizza appena sfornata e olive saporite. Le pizze, di stampo napoletano, hanno un cornicione alto e soffice e sono ben condite. Dal menu del ristorante meritano un assaggio i primi a base di pesce (in particolare il risotto ai frutti di mare o quello porcini e gamberi), ma anche un classico come i semplici schiaffoni con pomodoro, mozzarella e basilico, dal sugo saporito e ricchi di mozzarella filante. Tra i secondi, incontrastata regna la frittura di pesce, servita a scelta con zucchine fritte, solo di calamari o con l’aggiunta di gamberi: la panatura è leggera e croccante, la porzione potrebbe sfamare due commensali. Per concludere il pasto, babà e pastiera fatti in casa, meneghina calda al Grand Marnier e sorbetto al limone. Durante il weekend è consigliata la prenotazione.

Totò

  • Indirizzo: via Angelo Inganni 83, Milano
  • Chiusura: lunedì
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 02 4151643

I commenti degli utenti