Va.Do al Pigneto, Roma

16 febbraio 2017

Va.Do al Pigneto è una delle recenti aperture più interessanti nel quartiere simbolo della gentrificazione a Roma. Un’offerta attenta alle materie prime in cucina e un occhio di riguardo nei confronti di distillati e cocktail al bancone. Locale curato e accogliente, in cui i piatti della tradizione romana incontrano la creatività dello chef Giorgio Baldari: sapori e ingredienti di sempre, ma abbinati e utilizzati in maniera sorprendente attraverso giochi di colori e consistenze. locale curato e accogliente in cui la tradizione romana incontra la creatività dello chef giorgio baldari Dalle 18 c’è l’aperitivo a 8 euro, per cena la proposta è molto ricca e cambia con le stagioni, non mancano invitanti piatti del giorno. Ingredienti di pregio come la pasta secca del pastificio Mancini; quella fresca invece è del laboratorio di Mauro Secondi. L’olio extravergine è il Flaminio, il Riso Zaccaria, il Tartufo di Urbani. Buona anche la selezione di vini. Ma veniamo ai piatti: stuzzicanti gli antipasti come il Tortino di melanzane dal cuore caldo, l’Olandesina (patata alla brace con salmone affumicato selvaggio e salsa olandese) e il Popeye (sformato di spinaci e broccoletti con granella di nocciole e fonduta di gorgonzola). Crudo e Croccante è invece una selezione di crudo di pesce, salmone, spigola e tonno servito con una tempura di porri, zucchine con olio extravergine, soia e zenzero. Tra i primi piatti, oltre ai classici romani, molto interessanti e colorati i Paccheri alla Nonno Ladro (crudo di zucchine, pomodorini confit, colatura di alici di Cetrara, burrata e bottarga di muggine). Tuberi e Boleti, sono gli splendidi ravioli ripieni di tartufo e funghi porcini del maestro Mauro Secondi conditi con burro di malga e parmigiano stravecchio.  Riso, Risata Me Vie’ Da Ride…citazione di Carlo Verdone, è un risotto con radicchio e taleggio, zucca gialla, zenzero e riduzione di aceto balsamico. Continuando con i secondi piatti, chi sceglie il pesce può optare tra il Grande Gaddus, baccalà alla Vicentina con spinacini e polenta fritta o il Vado e tonno, tonno in foglia di porro con cottura alla tataki. Se invece siete amanti della carne c’è l’impegnativa orecchia d’elefante, cotoletta di vitello da latte italiano, panata e fritta in burro chiarificato servita con patate arrosto e insalatina di campo. Capitolo dolci: Tatin di mele con crumble al pistacchio, il Tortino alle mandorle e cioccolato con crema inglese, il Cannolo scomposto con frutta candita e cannella, la mousse al cioccolato bianco e mandarincurd e tiramisù.

Va.Do al Pigneto

  • Indirizzo: via Braccio da Montone 56, Roma
  • Chiusura: martedì
  • Spesa: entro i 50€
  • Tel: 06 45553582

I commenti degli utenti