Vivanda, Firenze

21 aprile 2014

Uno si aggira per quel dedalo di stradine che va da piazza del Carmine a Santo Spirito e poi incontra per caso un gioiellino, Vivanda, posto minuscolo ma caldo dove trovare piatti a base di pasta fatta in casa con farine biologiche e vini della prima enoteca bio di Firenze. La pasta in questione è prodotta nel laboratorio di proprietà accanto al locale e, tra gli ingredienti, prevede solo grano, formaggi e uova biologiche. ottime materie prime biologiche impiegate in piatti creativi, insoliti e saporiti Anche una piccola parte dei vini è di produzione propria, come il Tosco Magno (una riscoperta di vitigni antichi a base di Pugnitello) e Foglia Tonda, che vanno ad aggiungersi al Sangiovese. Se non vi piace il vino, da Vivanda preparano anche centrifughe di frutta e verdura, che fanno da contorno a un piccolo mondo zeppo di formaggi, bottiglie di vino e un’insolita gastronomia che ti fa sentire quasi a casa. I tavoli sono parecchio ravvicinati, ma alla fine il posto è raccolto e viene voglia di provare tutto il menu: piatti vegetariani, ma anche jamon iberico e prodotti presidio Slow Food si alternano a polpettine, sfizi, zuppe e pasta fresca. Lo Sformatino di cipolla di Certaldo con fonduta tiepida di parmigiano reggiano è molto delicato e viene voglia di mangiare tutto il cestino del pane con quella crema squisita; curioso e saporito il Nido di spaghetti fritti ripieno di uovo, tonno, capperi e maionese; molto particolari e insoliti i Ravioli delicati al limone con timo e mirtilli, più decisi gli Gnocchetti con fonduta di blu, liquirizia e menta piperita. Da Vivanda propongono anche piatti composti senza glutine: si può abbinare un riso basmati con verdure a un’insalata o una zuppa a scelta e aggiungere un dolce al cioccolato senza farina per finire il pasto.

Vivanda

  • Indirizzo: via Santa Monaca 7, Firenze
  • Chiusura: sempre aperto
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 055 2381208

I commenti degli utenti