Wave Restaurant, Roma

16 novembre 2014

Nell’era della cucina fusion siamo abituati a un avvicinamento della cucina italiana a quella giapponese, dove i piatti sono diventati sempre più finger food e l’uso delle spezie del Sol Levante (zenzero, wasabi) sono diventati di uso comune, a volte anche senza motivo. piattini dall'anima italo-giapponese scorrono su un kaiten all'italiana Qualcuno ha pensato invece di avviare un processo inverso, ossia l’italianizzazione della cucina giapponese. Questo nuovo format di ristorante ha voluto unire il buono della cucina giapponese alla gastronomia italiana, la praticità del finger food e la velocità del servizio al kaiten, reinventando il concetto stesso di servizio al banco. Seduti davanti al nastro che spesso si incontra nei ristoranti giapponesi, si vedono sfilare Mini hamburger di tartare di manzo con finta maionese di soia, Salsicce aromatizzate al timo e cotte al vapore, Polenta fritta con cozza in guazzetto, Mini cornetti salati ripieni di ricciola. Dalle 17 alle 20 si applica la formula no limits a un prezzo abbordabile che comprende un drink. Il menu alla carta spazia tra carne e pesce, con piatti italiani moderni preparati con ottime materie prime, in particolare per quanto riguarda il crudo Wave. Un progetto nuovo e insolito.

Wave Restaurant

  • Indirizzo: via Faleria 47, Roma
  • Chiusura: lunedì
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 06 70496899

I commenti degli utenti