Zeb, Firenze

18 giugno 2014

Se mangiare seduti agli sgabelli di un lungo tavolo affacciato sulla cucina è tanto di moda al giorno d’oggi, sappiate che da Zeb si mangia così da diverso tempo: il locale offre come i posti a sedere, oltre a quelli lungo il bancone, anche quelli in vetrina. un bistrot bottega che propone piatti tradizionali della cucina fiorentina Nel quartiere San Niccolò è situata questa gastronomia a metà strada tra un bistrot e un negozio di leccornie: Zeb è l’acronimo di zuppa e bollito. Gestito da mamma e figliolo, è un indirizzo che è anche bottega, dove si compra il vino o la birra artigianale, il formaggio, il riso e i salumi. Fermarsi qui per una sosta golosa può riservare gradevoli sorprese. Le specialità, le più appetitose in carta, variano spesso e si possono leggere su una lavagna correlata dai prezzi delle varie portate: ci sono torte salate, pasta fatta in casa come i tortellacci al pecorino e pere e verdure di ogni sorta cotte in tanti modi diversi. Non mancano naturalmente lampredotto e bollito che, insieme alla parmigiana di melanzane, sono tra i piatti più squisiti che possiate assaggiare qui. Per la carne lo chef ha studiato accostamenti insoliti: lo spezzatino è servito con cacao e pinoli, come a ricordare il dolceforte che brilla tra i piatti della tradizione fiorentina. Non perdetevi l’arista di maiale, la francesina e l’osso buco: vanno provati almeno una volta nella vita. Si termina con una fetta di torta o, in stagione, con una grandiosa chiacciata con l’uva.

Zeb

  • Indirizzo: Via San Miniato 2, Firenze
  • Chiusura: Mercoledì
  • Spesa: entro i 30€
  • Tel: 055 2342864

I commenti degli utenti