Amarene sciroppate fatte in casa

7 luglio 2015
di Gabriella Mauri

Ingredienti per 10 persone

Le amarene sciroppate fanno parte di quelle conserve fatte in casa che si prestano a molteplici usi. Con le amarene sciroppate possiamo guarnire dolci, condire pancake o waffel, provate a versarle su un gelato alla crema quando viene l’estate. Per la preparazione di questa conserva sono necessari solo zucchero semolato e amarene fresche, la cui maturazione avviene tra i mesi giugno e luglio, facendo di questa conserva una ricetta estiva. Le amarene sono un particolare tipo di ciliegie dal sapore più amarognolo e per questo definite anche ciliegie acide. La conserva può essere preparata con le sole amarene oppure può prevedere l’aggiunta di ingredienti aromi come vaniglia, scorza d’arancia, cannella o anice stellato. Potete anche aggiungere un cucchiaio di liquore (con gradazione alcolica elevata) appena prima della chiusura dei vasetti. Infine è importante che i vasetti per conservare le amarene siano adeguatamente sterilizzati.

Preparazione Amarene sciroppate

  1. Lavate e asciugate con cura le amarene. Privatele del nocciolo e del piccolo e versatele in un recipiente ampio, in modo tale che non si ammassino.
  2. Versate lo zucchero sulle amarene, coprite la ciotola con un telo e lasciate riposare per una notte.
  3. Il giorno dopo, scolate le amarene dal succo che avranno rilasciato e conservatele in un recipiente. Versate il succo in una pentola dal fondo spesso e cuocete a fuoco moderato finché non compare una leggera schiuma in superficie. Appena comparsa, togliete la pentola dal fuoco e versate il succo sulle amarene. Coprite con un telo e lasciate riposare un'altra notte. Ripetete l'operazione il giorno dopo.
  4. Versate il composto così ottenuto in vasetti sterilizzati, avendo cura che lo sciroppo copra completamente le amarene. Chiudete ermeticamente, capovolgete i vasetti e lasciateli raffreddare.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti