Arance candite fatte in casa

22 gennaio 2015

Ingredienti per 4 persone

Le arance candite sono un’ottima soluzione per utilizzare una parte degli agrumi altrimenti non commestibile. Per la realizzazione di questa ricetta è necessario adoperare arance non trattate, in quanto la parte esterna del frutto è quella esposta maggiormente all’azione di additivi chimici dannosi per la salute. Nonostante il procedimento per confezionare queste arance candite sia molto lungo, la difficoltà delle operazioni è minima e consente di avere un prodotto fatto in casa da utilizzare nella preparazione di dolci come la cassata siciliana. Con le dosi qui riportate potrete ottenere circa 250 g di scorze.

Preparazione Arance candite

  1. scorze_arancia_candite_1 Lavate le arance e riducetele in spicchi. Con un coltello eliminate la polpa e la parte bianca al di sotto della scorza. Tagliate le scorzette in strisce.
  2. scorze_arancia_candite_2Mettete le scorze d’arancia in un pentolino con acqua, portate a ebollizione e lasciate cuocere per circa 5 minuti. Scolate le scorze eliminando il liquido di cottura. Riempite nuovamente il pentolino di acqua e riportate a bollore. Scolate le scorze ed eseguite la stessa operazione per una terza volta ma, alla fine, spegnete il fornello e lasciate le scorze a macerare nell’acqua di cottura per circa 12 ore.
  3. scorze_arancia_candite_3Trascorso il tempo di macerazione, scolate le scorze e pesatele: dovete usare lo stesso quantitativo in grammi di acqua e di zucchero. Ad esempio se le scorze pesano 200 g, usate 200 g di zucchero e 200 di acqua. Mettete l’acqua e lo zucchero in un pentolino sul fornello, quando lo zucchero è completamente sciolto versate le scorze d’arancia nello sciroppo. Lasciate cuocere per 5 minuti, trasferite le scorze su una griglia per lasciarle sgocciolare e raffreddare.
Una volta raffreddate, utilizzate le scorze d’arancia per decorare altri dolci come torte o gelati.

I commenti degli utenti