Bigoli al ragù di nocciole e porcini, tradizione veneta

23 agosto 2018

Ingredienti per 4 persone

I bigoli al ragù di nocciole e porcini sono un primo piatto profumato e saporito, ideale per pranzi o cene in compagnia di amici. I bigoli sono una pasta lunga tipica del Veneto: lunghi, spessi e simili a grossi spaghetti, vengono tradizionalmente preparati in casa con semola, farina e a volte uovo. In origine venivano preparati esclusivamente con acqua e farina, aggiungendo all’impasto solo un po’ di burro. Oggi è possibile trovarne di diverse versioni, da quella all’uovo a quella con farina integrale. Il sugo con cui sono conditi è un ragu vegetariano preparato con nocciole tostate e funghi secchi. La preparazione è molto semplice e i passaggi fondamentali sono 2: una perfetta tostatura delle nocciole e un trito rapido e grossolano di cipolla, carota, rosmarino, porcini e sedano. Per la buona riuscita della ricetta utilizzate funghi secchi o essiccati e un olio extravergine di oliva di qualità. Il ragu può essere preparato anche nei giorni precedenti e congelato. Se preferite aggiungete formaggio grattugiato prima di servire.

Preparazione Bigoli al ragù di nocciole e porcini

  1. bigoli-ragu-di-nocciole-e-funghi-step-1Ammollate i funghi in acqua calda.
  2. bigoli-ragu-di-nocciole-e-funghi-step-2Intanto in una padella antiaderente rovente tostate le nocciole, fino a che la buccia comincia a staccarsi. Sfregatele tra loro per eliminare ogni più piccola parte di buccia marrone.
  3. bigoli-ragu-di-nocciole-e-funghi-step-3Tritate la cipolla, la carota, il rosmarino, i porcini e il sedano. Unite anche le nocciole e date ancora qualche colpo di frullatore. Ponete il trito in una padella con l’olio e fate rosolare. Sfumate con il vino bianco e unite per ultima la passata: cuocete per circa 50 minuti. Quando il sugo è quasi cotto portate a ebollizione l’acqua per la pasta, regolate di sale, scolatela al dente e conditela.
Portate in tavola.

I commenti degli utenti