Ciliegie sciroppate: da fare in estate

20 luglio 2016

Ingredienti per 4 persone

Le ciliegie sciroppate sono una tradizionale conserva della cucina italiana. Perfette per realizzare e decorare i dolci e davvero golose se servite semplicemente con del gelato al fiordilatte. Realizzarle in casa è davvero semplice e veloce. Basta realizzare uno sciroppo di zucchero, denocciolare le ciliegie e riporle man mano in vasetti sterilizzati, coprirle con lo sciroppo preparato e conservare al buio per 30 giorni. La varietà ideale per questa preparazione sono le ciliegie duroni, più sode e succose, ma se trovate delle ciliegie di Vignola il risultato sarà ancora più profumato e gustoso. Le ciliegie sciroppate si conservano per 6 mesi in un luogo fresco e buio, mentre una volta aperto il barattolo si conservano per non più di 4 giorni in frigorifero. Cercate quindi di conservare le ciliegie in vasi non troppo grandi in modo da non rischiare di dover buttare poi parte della produzione. Se amate le conserve provate a realizzare anche liquori e confetture. Per un tocco alcolico potete aggiungere allo sciroppo del maraschino o del rum.

Preparazione Ciliegie sciroppate

  1. In un a pentola versate l’acqua e lo zucchero e portate ad ebollizione. Fate bollire qualche minuto poi togliete dal fuoco.
  2. Mentre lo sciroppo si raffredda lavate le ciliegie, eliminate il picciolo e il nocciolo. Disponete man mano le ciliegie nei vasetti precedentemente sterilizzati.
  3. Coprite con lo sciroppo freddo fino a 2 cm dal bordo. Chiudete con i tappi sterilizzati e disponete le ciliegie in un luogo fresco e buio.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti