Come pulire gli scampi

  • TIPOLOGIA
  • Difficoltà
  • Preparazione
  • Calorie
  • Ricetta light
22 settembre 2015

Ingredienti per 2 persone

Gli scampi sono crostacei decapodi (con dieci zampe) molto apprezzati: in Italia pare che siano secondi solo all’aragosta e preferiti all’astice per via del loro sapore molto delicato. Gli scampi vengono consumati sia crudi che cotti e, a seconda dell’utilizzo, diversi sono i modi in cui il crostaceo può essere pulito. In questa occasione vi mostriamo le tre tecniche maggiormente utilizzate: si può dividere lo scampo in due metà; si può eliminare solo la coda o lo si può sgusciare completamente.

Preparazione Come pulire gli scampi

  1. scampi 1Tenete lo scampo per la coda e tagliatelo sul dorso.
  2. scampi 2Con un colpo deciso, tagliate la testa a metà.
  3. scampi 3Eliminate il budello.
  4. scampi 4Eliminate la sacca contenuta nella testa.
  5. scampi 5Praticate una pressione sul dorso del carapace.
  6. sGirate lo scampo e aprite il carapace.
  7. scampi 7Eliminate il guscio.
  8. scampi 8Praticate una piccola incisione ed eliminate il budello.
  9. scampi 9Con un movimento delicato ma deciso, private lo scampo della testa.
  10. scampi 10Praticate una leggera pressione sul carapace, girate lo scampo ed eliminate il guscio.
  11. scampi 11Eliminate il budello, tirandolo leggermente.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti