Dentice al sale: secondo di pesce

20 marzo 2015
di Giuliano Lorenzin

Ingredienti per 4 persone

Il dentice al sale è un secondo piatto della tradizione mediterranea. Nella versione proposta il pesce viene prima pulito ed eviscerato, riempito poi internamente con fette di limone e di arancio così da garantire un aroma agrumato. La cottura avviene in forno, il pesce è ricoperto da abbondante sale senza risultare troppo sapido. Per una buona riuscita del dentice al sale è essenziale scegliere pesce fresco e rispettare attentamente i tempi di cottura: per regolarvi potete calcolare quindici minuti per ogni 500 grammi di peso del pesce. Se amate la cottura al sale provare anche l’orata al sale. Accompagnate il dentice al sale con una insalata di stagione.

Preparazione Dentice al sale

  1. Eviscerate il dentice, sciacquatelo sotto l’acqua corrente e tamponatelo. Lavate, tamponate e tagliate a fette un limone e un arancio. Inserite nella pancia del pesce le fette di limone e di arancio.
  2. Versate un po' di sale sul fondo di una pirofila, disponete il pesce, la buccia degli agrumi, ricopritelo uniformemente con il sale grosso rimanente ed esercitate una leggera pressione con le mani per compattare il tutto. Irrorate il dentice con l'olio e versate mezzo bicchiere d'acqua. Preriscaldate il forno a 180 °C, infornate e cuocete per circa 45 minuti: il dentice è pronto quando sulla superficie dello strato di sale si è formata una crosticina dorata e compatta. Sfornate, rompete la crosta di sale, spellate il dentice e disponetelo su un piatto da portata. Conditelo con un'emulsione di olio e di succo di limone e d'arancio rimanenti.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti