Feijoada: ricetta della fagiolata brasiliana

9 giugno 2014

Ingredienti per 8 persone

La fagiolata o feijoada è un piatto molto consumato dai brasiliani, principalmente nella città di Rio de Janeiro, dove il sabato si può apprezzare in quasi tutti i migliori locali e ristoranti. Consiste in uno stufato di fagioli preparato con diversi tipi di carne ed è sempre accompagnata da riso bianco, farofa, cavolo nero rosolato nel burro e qualche fetta di arancia. L’origine di questa particolare fagiolata brasiliana si fa risalire al nord del Portogallo, dove era preparata con fagioli bianchi o rossi, mentre la versione brasiliana utilizza i fagioli neri, che sono tipici dell’America del sud ed erano chiamati dagli indio Guarani cumaná o comanda. La ricetta della feijoada è entrata a far parte dell’identità nazionale dopo il XIX secolo, quando i modernisti la identificarono come simbolo di brasilianità che, secondo il loro pensiero, si caratterizza per l’antropofagia e l’assorbimento culturale che ha permeato la formazione della nazionalità brasiliana. I brasiliani amano consumare la fagiolata accompagnata da un’ottima caipirinha.

Preparazione Fagiolata

  1. La preparazione della fagiolataLavate i fagioli e lasciateli in ammollo nell'acqua per 12 ore. Tagliate le costine di maiale e fatele cuocere in una pentola a pressione finché diventino ben morbide. In alternativa potete cuocerle in padella ma, in questo caso, i tempi di preparazione di allungano. Conservate l'acqua di cottura. Fate cuocere i fagioli utilizzando l'acqua in cui son rimasti in ammollo e l'acqua di cottura delle costine. Aggiungete le foglie di alloro. Tagliate il guanciale a pezzi, condite con 1 spicchio di aglio tritato, il sale e il pepe. Rosolatela bene in una padella antiaderente. Eliminate il grasso in eccesso e mettete quindi da parte la carne. Nella stessa padella, fate rosolare anche la pancetta precedentemente tagliata a cubetti. Eliminate il grasso in eccesso e mettete da parte la pancetta.
  2. La preparazione della fagiolataSempre nella stessa padella, soffriggete nell'olio extravergine i restanti spicchi di aglio e la cipolla insieme ai rametti di timo. Unite i fagioli e, quando risultano morbidi, aggiungete tutta la carne di maiale, il soffritto di cipolla e aglio, la salsiccia precedentemente tagliata a fettine e i peperoncini tritati. Fate cuocere finché il brodo risulta denso e regolate di sale e pepe.
Servite con riso, farofa (contorno a base di mais), cavolo nero saltato in una padella antiaderente con il burro, arance sbucciate a fette.

Vino in abbinamento

Fagioli, carne, lunghe cotture, sostanza e sapori forti. Diversi tagli di carne, toni affumicati e speziati con alloro, timo e pepe, consistenze che richiedono buon tenore alcolico, tannino e buona acidità: un Valpolicella Superiore.

Alessio Pietrobattista Esperto di vino, collabora con diverse guide del settore
  • IMMAGINE
  • Cristiano Lopez

I commenti degli utenti