Filetti di baccalà

30 dicembre 2013

Ingredienti per 4 persone

I filetti di baccalà fritti in pastella sono un antipasto finger food molto semplice da preparare. Piatto tipico della cucina romana, sono diffusi e apprezzati su tutta la penisola. Il baccalà è un pesce bianco dalle carni sode, contiene pochi grassi, è ricco di proteine, sali minerali e omega 3. È molto versatile in cucina ed è uno dei pesci più consumati al mondo. Il baccalà fritto in pastella è un piatto decisamente povero ma ricco di sapore. La ricetta è molto veloce: basta realizzare una pastella piuttosto liquida e friggere i filetti di baccalà precedentemente ammollati e privati delle lische. Il baccalà fritto è un vero e proprio cibo da passeggio da mangiare rigorosamente con le mani. A Roma è un piatto tipico del Natale ed è spesso accompagnato ad altri fritto tra cui i celebri carciofi alla giudia.

Preparazione Filetti di baccalà

  1. La pastella per friggere il baccalàFate fondere il burro in una casseruola. Versatelo in una ciotola, unite la farina, un po' di acqua e il lievito di birra. Lavorate il tutto con una frusta fino a ottenere una pastella liscia e omogenea. Copritela e lasciatela riposare per 1 ora.
  2. Il filetto di baccalàSpellate il baccalà già ammollato, spinatelo e tagliatelo a filetti larghi 3 cm e lunghi 10. Con l'aiuto di una pinzetta eliminate eventuali lische residue. Versate abbondante olio di semi in una padella, mettete sul fuoco e fate scaldare.
  3. La frittura del baccalàAsciugate il baccalà, immergetelo nella pastella e friggete nell'olio ben caldo finché non risulteranno ben dorati e croccanti. Levateli, fateli asciugare su un foglio di carta assorbente da cucina e salateli.
Servite caldi.

Variante Filetti di baccalà

In sostituzione dell'acqua gassata potete utilizzare la birra e aggiungere alla pastella le erbe aromatiche che più preferite.

I commenti degli utenti