Filetto di cernia con salsa di broccoletti, un secondo di pesce veloce

13 novembre 2016
di Gianfranco Pascucci

Ingredienti per 4 persone

Preparazione Filetto di cernia con salsa di broccoletti

  1. Rosolate uno spicchio d’aglio in un tegame con olio. Unite i broccoletti siciliani e cuoceteli, a fiamma piuttosto alta, con un po’ di brodo vegetale. Aggiungete i capperi e poca colatura di alici e portate a cottura. Frullate i broccoletti siciliani in modo da ottenere una crema leggera e Tenetela da parte, al caldo.
  2. Fate appassire in forno le olive taggiasche. Tagliate i filetti di cernia a pezzettoni, passando la lama del coltello dalla parte della pelle.
  3. Scaldate l’olio in una padella con un rametto di rosmarino. Mettete un po’ di sale sul fondo e poi adagiate i pezzettoni di pesce, dalla parte della pelle. Salate ancora, unite i peperoni essiccati e rosolate per 3-4 minuti.
  4. Quando la carne sarà per tre quarti bianca, girate la cernia dall’altra parte e rosolatela per pochi istanti. Mettete in una pentola adatta alla cottura in forno le foglie di agrumi, un po’ di brodo vegetale tiepido e un filo d’olio. Trasferite i pezzettoni di cernia ben rosolati nella pentola, questa volta dalla parte della carne e non della pelle. Profumate con qualche rametto di rosmarino e proseguite la cottura del pesce in forno, a 160°C, per appena 6 minuti.
  5. Disponete la crema di broccoletti alla base dei piatti da portata. Adagiate, poi, i filetti di cernia e completate con le olive taggiasche essiccate e poi spezzettate.
Guarnite con foglie di agrumi e servite.

Variante Filetto di cernia con salsa di broccoletti

Se non avete a disposizione i peperoni essiccati, potete utilizzare i pomodori secchi.

Consigli dello chef

Ci sono tanti tipi di cernia e, per ogni tipologia, può variare anche il prezzo, che comunque non è basso in nessun caso. In questa ricetta avete usato i filetti di cernia bianca, un pesce di fondale che si pesca anche nel Mediterraneo. È il classico tipo di filetto che potete trovare già sfilettato in pescheria o nel banco del pesce del supermercato. Guardate bene la provenienza e tutte le informazioni necessarie.

I commenti degli utenti