Fonduta di formaggio all’italiana

4 gennaio 2015

Ingredienti per 6 persone

La fonduta di formaggio è un piatto tipicamente invernale. Esistono diversi tipi di fonduta, che differiscono tra loro per il tipo di formaggio usato e per il tipo di cottura. Esiste la fonduta di formaggio alla francese: in questa preparazione grana e groviera si cuociono lentamente in una casseruola aromatizzandola salsa con aglio e vino. La fonduta di formaggio svizzera utilizza l’emmental. Per la variante italiana, la fonduta alla piemontese, si utilizza fontina amalgamata al burro e ai tuorli d’uovo. La fonduta di formaggio può essere considerato un piatto unico o, se mangiato in piccole quantità, un antipasto adatto da servire durante una cena informale in famiglia. La fonduta è servita in una casseruola chiamata caquelon, posto al centro della tavola. Nella fonduta si possono intingere pezzi di pane utilizzando le apposite forchette dai rebbi lunghi.

Preparazione Fonduta di formaggio

  1. Tagliate il formaggio a pezzi, versatelo in una ciotola e copritelo con il latte. Fate riposare per almeno 2 ore. Uggingete il burro in un tegame assieme al formaggio ben scolato dal latte e cuocetelo a bagnomaria fino a ottenere una crema liscia e senza grumi.
  2. Aggiungete i tuorli leggermente sbattuti con sale e pepe e mescolate fino al completo assorbimento: preferite una frusta. Cuocete per un paio di minuti e servite subito. Per mantenere costantemente cremosa la fonduta ponete il cauqelon (la pentola utilizzata per la fonduta) su una apposita struttura in ferro con una candelina accesa sul fondo.
La fonduta può essere arricchita con tartufo nero grattugiato.

I commenti degli utenti