Frittelle di cavolfiore

  • TIPOLOGIA
  • Difficoltà
  • Preparazione
  • Riposo
  • Calorie
  • Verdure
  • bassa
  • 45 minuti
  • 60 minuti
  • 300 per 100 g
  • Ricetta economica
  • Ricetta per vegetariani
12 gennaio 2016

Ingredienti per 4 persone

Le frittelle di cavolfiore sono un contorno sostanzioso, perfetto se si porta in tavola un secondo leggero da accompagnare con gusto. Per realizzare questo piatto utilizzate cavolfiore bianco, sceglietene uno che sia sodo e presenti una superficie spugnosa ma compatta. Se tagliato in piccoli pezzi è perfetto anche per un aperitivo vegetariano finger food, in questo caso controllate però di non cuocere troppo a lungo le cimette: il cavolfiore pur risultando cotto non deve disfarsi e rimanere croccante durante la frittura. Tre sono i segreti per ottenere una frittura croccante: utilizzare una pastella freddissima – a contatto con l’olio bollente crea una barriera che permette al grasso di non penetrare nelle verdure, salare solo prima di servire e portare in tavola le frittelle caldissime. Per una variante che stupisca gli ospiti potete acquistare anche cavolfiore verde, giallo o viola, utilizzandone un quarto e adoperando l’ortaggio restante per realizzare una vellutata o un primo piatto vegano.

Preparazione Frittelle di cavolfiore

  1. Frittelle di cavolfiore - 01Tagliate il cavolfiore ricavando delle cimette.
  2. Frittelle di cavolfiore - 02Versate le cimette già lavate in una casseruola con abbondante acqua in ebollizione. Scolatele e lasciatele raffreddare.
  3. Frittelle di cavolfiore - 03In una ciotola rompete le uova e sbattetele leggermente.
  4. Frittelle di cavolfiore - 04Unite l'acqua fredda e il sale. Aggiungete la farina precedentemente setacciata e mescolate bene
  5. Frittelle di cavolfiore - 05Dovete ottenere un composto omogeneo. Lasciate riposare la pastella in frigo per 1 ora.
  6. Frittelle di cavolfiore - 06Versate l'olio in una casseruola e portatelo a temperatura. Immergete le cimette nella pastella.
  7. Frittelle di cavolfiore - 07Cuocetele poche alla volta fino a che non sono dorate. Scolatele e disponetele su un foglio di carta paglia per eliminare l'unto in eccesso. Salate appena prima di servire.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti