Frittelle di zucca, per l’autunno

11 ottobre 2015
di Mattia Noto

Ingredienti per 4 persone

Le frittelle di zucca sono un finger food da servire come antipasto o per l’aperitivo. Si tratta di piccole fette di zucca, passate in una pastella e poi fritte. Nella nostra ricetta abbiamo fatto asciugare e ammorbidire la zucca in forno: in questo modo non c’è il rischio né che la zucca risulti troppo dura dopo la sola frittura né che, a contatto con l’olio caldo, perda troppa acqua di vegetazione rovinando la cottura. Per la pastella abbiamo unito la semola rimacinata di grano duro, l’olio extravergine d’oliva, per donarle un po’ più di elasticità e l’acqua frizzante fredda. La semola è da preferire alla farina perché, con la sua consistenza più dura, conferisce maggiore croccantezza e le frittelle si dorano facilmente. Adoperate acqua molto fredda, in questo modo, quando la pastella entra in contatto con l’olio bollente, avviene uno shock termico che serve a sigillare all’interno della panatura tutti i succhi dell’alimento che si sta friggendo. Il risultato sarà ancora migliore se conservate la pastella 10 minuti in freezer prima di usarla. Le nostre fritelle di zucca sono una ricetta vegana e vegetariana perché non contengono alcuna proteina di origine animale.

Preparazione Frittelle di zucca

  1. Lavate e mondate la zucca. Tagliatela in fette 4 x 5 cm circa, dello spessore di 1 cm.  Disponetele su una teglia rivestita di carta forno e lasciatela ammorbidire in forno già caldo a 180 °C per 25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare.
  2. Preparate una pastella unendo in una ciotola a la semola, un filo d’olio extravergine di oliva e l’acqua versata a filo. Mescolate fino a che non ci sono più grumi.
  3. In una padella adatta alla frittura, riscaldate abbondante olio di semi di arachidi. Immergente la zucca nella pastella e poi direttamente nell’olio ben caldo. Quando la zucca raggiunge la giusta doratura, scolatela e mettetela su carta assorbente. Servite regolando di sale e di pepe.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti