Frittelle veneziane

15 febbraio 2015
di Giuseppe Cangemi

Ingredienti per 8 persone

Le frittelle veneziane, o frìtole in veneto, sono un dolce soffice preparato in occasione del Carnevale. Semplici da realizzare, sono ariose e delicate. Le frittelle, considerate come il dolce nazionale della Repubblica Serenissima, risalgono all’epoca rinascimentale e nel 1700 circa furono elette dolce nazionale dello Stato Veneto. La ricetta del tempo prevedeva l’aggiunta dello strutto al posto dell’olio, l’uso del latte di capra e l’aggiunta all’impasto di zafferano. Venivano preparate in strada dai fritoleri in piccole baracche di legno e vendute calde. Le frittelle sono ancora oggi molto popolari e la loro fama si estende ben oltre quella che fu la Repubblica Marinara. Diffuse in tutto il Veneto e non solo, se ne contano numerose varianti in tutta la Penisola come: le castagnole e i tortelli di carnevale. Se volete gustare le tradizionali frittelle veneziane, sostituite le gocce di cioccolato con uvetta precedentemente ammollata in acqua e una manciata di pinoli.

Preparazione Frittelle veneziane

  1. In una terrina versate la farina, il lievito sciolto in mezzo bicchiere di latte, le uova leggermente sbattute, il burro fuso e fatto raffreddare, il latte rimanente, lo zucchero, la grappa, la vaniglia e un pizzico di sale. Impastate fino ad ottenere una pastella uniforme, se necessario potete aggiungere ulteriore latte durante la lavorazione. Unite le gocce di cioccolato e mescolate leggermente. Coprite la terrina con pellicola da cucina e lasciate lievitare l'impasto per circa 2 - 4 ore in un luogo tiepido, fin quando è più che raddoppiato.
  2. In una pentola versate abbondante olio e fatelo scaldare fino a raggiungere un temperatura di circa 170 °C. Con un cucchiaio prelevate poco impasto (le frittelle devono essere grandi come una noce), versatelo delicatamente nell'olio e friggete poche frittelle alla volta. Quando assumono un colore dorato scolatele con un mestolo forato e disponetele su un foglio di carta paglia, così che l'olio in eccesso si assorba. Spolverizzatele con abbondante zucchero a velo.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti