Gaufre, i waffles del Nord Europa

20 dicembre 2017

Ingredienti per 6 persone

Popolarissime in Belgio, Olanda, Germania e Francia, le gaufre abbracciano tradizioni culinarie molto diverse tra loro: unico comune denominatore la bontà indiscussa e l’estrema versatilità di questo dolce. Partiamo dalla consistenza, perché parlare di cialda forse è riduttivo. In realtà l’impasto delle gaufre si trova a metà tra i pancakes, i waffles e i wafers, riprendendo da ciascuno gli aspetti migliori. Il loro impasto, a base di: farina, uova, latte, burro, lievito e zucchero è molto simile a quello di una pastella che viene cotta in un’apposita cialdiera (piastra rovente) che la rende particolarmente croccante all’esterno ma estremamente soffice all’interno. Quanto alla forma potrete trovare gaufre a nido d’ape o di forma rettangolare: in realtà questa differenza è un classico segno di riconoscimento della loro provenienza. A Liegi infatti troverete gaufre dalla forma irregolare servite con aggiunta di zucchero caramellato, mentre a Bruxelles il tratto inconfondibile è quello di una griglia di quadratini in superficie con una consistenza più omogenea. E ora arriviamo all’aspetto più goloso, gli abbinamenti. Le gaufre si possono personalizzare in moltissimi modi: miele, sciroppo d’acero, panna fresca, cioccolato fuso, frutta fresca e gelato, tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce potrete utilizzarlo per le vostre gaufre.

Preparazione Gaufre

  1. In un’ampia ciotola sbattete leggermente le uova, aggiungete poco alla volta il latte, il burro fuso e il miele amalgamando in maniera uniforme.
  2. Aggiungete lo zucchero continuando a mescolare ed incorporate la farina setacciata col lievito. Quando l’impasto diventa omogeneo aggiungete l’estratto di vaniglia, coprite l’impasto con un foglio di pellicola e lasciatelo riposare per una mezz’ora in frigorifero.
  3. Preriscaldate la cialdiera e spennellate la superficie con del burro per evitare che l’impasto attacchi. Mettete un mestolo di impasto cospargendolo con un cucchiaio su tutta la superficie e fate cuocere la gaufre per circa 3-4 minuti. Quando assume un aspetto dorato significa che è cotta all’interno.
Guarnite le gaufre con una spolverata di zucchero a velo e servitele calde. Accompagnatele con il condimento che più preferite.

Variante Gaufre

Per delle gaufre gluten free potete sostituire la farina 00 con quella di grano saraceno ed abbinare una marmellata ai frutti di bosco.

I commenti degli utenti