Gelato alla lavanda: raffinato

31 agosto 2015
di Andrea Monaco

Ingredienti per 6 persone

Il gelato alla lavanda è un dolce al cucchiaio molto delicato. L’ingrediente principale di questo dessert è il fiore di lavanda, che lo rende profumatissimo. La base del nostro gelato è una miscela di latte e panna, insaporita dal miele e dai fiori secchi di lavanda che sono lasciati in infusione nel latte caldo. È importante lasciare che il latte si raffreddi lentamente con i fiori al suo interno, in modo che essi sprigionino tutto il loro profumo: evitate di mettere in frigorifero per accorciare i tempi. La lavanda o lavandula è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Lamiaceae. La lavanda è una pianta tipica del Mediterraneo che fiorisce in estate, i suoi fiori vengono fatti essiccare e sono utilizzati per profumare gli ambienti o in infusi. In cucina i fiori di lavanda sono utilizzati soprattutto per insaporire torte, biscotti e più in generale piatti dolci come il nostro gelato.

Preparazione Gelato alla lavanda

  1. Scaldate il latte in un pentolino e toglietelo dal fuoco appena prima che bolla. Unite un cucchiaio di miele mescolano fino a che non sia completate sciolto e aggiungete i fiori di lavanda. Fate raffreddare lasciando i fiori in infusione.
  2. Filtrare il latte, unite la panna e fate scaldare. Appena prima che bolla, spegnete il fuoco e aggiungete lo zucchero a velo. Mescolate fino a completo scioglimento. Lasciate raffreddare mescolando di tanto in tanto, in modo che non si formi una pellicola in superficie. Quando la miscela si sarà completamente raffreddata, unite la vaniglia che avrete estratto incidendo la bacca nel senso della lunghezza e raschiando i semini con la punta di un coltello.
  3. Versare nella gelatiera e mantecate secondo i tempi previsti dal vostro elettrodomestico. Conservate in frigo fino al memento di servire.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti