Gnocchi alla sorrentina

4 novembre 2013

Ingredienti per 4 persone

Gli gnocchi alla sorrentina sono un primo piatto ricco di aromi e colori del Mediterraneo a base di patate. Qui proposti nella ricetta tipica della cucina napoletana, a base di pomodoro, mozzarella e basilico, gli gnocchi di patate sono alla base della preparazione di questa ricetta, molto utilizzata e diffusa su tutto il territorio della penisola italiana; a differenza degli gnocchi alla romana che sono invece preparati con semolino. La salsa alla sorrentina, che appartiene alla tradizione regionale campana, è facile da preparare e ideale da cucinare anche in anticipo. Per accelerare i tempi di preparazione potete impastare e congelare gli gnocchi. Li avrete così sempre pronti all’uso e da versare direttamente in acqua bollente e salata. In questo caso il tempo di cottura sarà leggermente più lungo ma il risultato ugualmente buono. Fate però attenzione a congelare gli gnocchi su una placca o un tagliere leggermente infarinato per evitare che attacchino. Una volta congelati, potete trasferirli in buste e conservarli in freezer fino a due mesi.

Preparazione Gnocchi alla sorrentina

  1. prep1Lavate accuratamente le patate. Lessatele intere, con la buccia, per 30 minuti oppure fino a quando non saranno tenere al centro. Scolatele e, ancora calde, sbucciatele. Lasciatele raffreddare quindi passatele allo schiacciapatate. Su una superficie liscia mescolate le patate fatte a purea insieme alla farina. Unite anche l’uovo, il parmigiano e un pizzico di sale.
  2. prep2Impastate finché non otterrete un impasto liscio e senza grumi. Dividetelo in 6-8 parti uguali. Formate dei cilindri facendo attenzione a non aggiungere troppa farina all’impasto. Aggiungere altra farina velocizza e facilita il tutto ma rende gli gnocchi più duri dopo la cottura.
  3. prep3Dai cilindri ricavate delle piccole chicche da 1 cm circa aiutandovi con un coltello o una palettina in plastica. Trasferite gli gnocchi su una placca infarinata. Copriteli con un canovaccio e metteteli da parte fino al momento della cottura.
  4. prep4Preparate la salsa: lavate e asciugate i pomodori. Praticate una croce su la base di ognuno di loro. Immergete i pomodori per 1 minuto in una pentola capiente con acqua bollente. Scolateli e pelateli. Tagliate i pomodori a metà, eliminate i semi, ricavate dei filetti di pomodoro e tagliateli a cubetti.
  5. In una padella fate saltare i pomodori con 2-3 cucchiai di olio extravergine. Salate, pepate, coprite e fate cuocere a fiamma dolce per circa mezz’ora o finché i pomodori non saranno morbidi. Aggiustate di sale e pepe e condite con delle foglie di basilico fresco. Se la salsa risulta troppo acquosa fatela cuocere ancora per 10 minuti a fiamma vivace.
  6. prep6Fate cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata: saranno pronti quando verranno a galla. Scolateli e trasferiteli direttamente nella padella con la salsa di pomodoro.
  7. Aggiungete la mozzarella scolata dalla sua acqua e tagliata a tocchetti. Fate saltare il tutto per due minuti.
Servite in cocotte individuali e spolverizzate con un po’ di parmigiano grattugiato al momento.

Variante Gnocchi alla sorrentina

Per un primo piatto più ricco e in alternativa alla salsa di pomodoro, provate a condire i vostri gnocchi con un ragù preparato con carne macinata di manzo e trito di cipolla, sedano e carota.

Consigli dello chef

Invece di lessare le patate cuocetele in forno con tutta la buccia, dopo averle lavate e asciugate, per 50 minuti. Qui la cottura dipende dalla grandezza del tuberi e la prova stecchino diventa inevitabile. Una volta pronte, passatele caldissime nel passapatate. Per rendere gli gnocchi più leggeri e morbidi diminuite la quantità di farina e aggiungetene metà peso di maizena: saranno gli gnocchi stessi che vi diranno quanta ne vogliono perché, quando li lavorerete ancora caldi, l'impasto non si attaccherà più alle mani.

Luisanna Messeri Bravissima cuoca toscana, ora impegnata a La Prova del Cuoco

Vino in abbinamento

Primo piatto ricco e vero trionfo della mediterraneità per la presenza del pomodoro, della mozzarella e del basilico. Abbinate un rosso fresco, poco tannico e soprattutto ampio nei profumi: un Piedirosso dei Campi Flegrei corrisponde all'identikit.

Alessio Pietrobattista Esperto di vino, collabora con diverse guide del settore

I commenti degli utenti