Gnocchi allo scoglio

9 agosto 2015
di Domenico Di Carlo

Ingredienti per 4 persone

Gli gnocchi allo scoglio sono un primo piatto con pasta fatta in casa, a base di pesce. L’impasto degli gnocchi è semplice da realizzare, richiede poca manualità, può prevedere l’utilizzo delle patate e può essere arricchito con diversi ingredienti come spinaci, zucca o sugo di pomodoro, per variarne il colore. In questa occasione realizzate i gnocchi di patate da condire con un sugo allo scoglio. Per questo tipo di condimento si possono mescolare crostacei, molluschi e conchigliame. Vi consigliamo di utilizzare calamari, gamberi, scampi, vongole e cozze. A seconda dei vostri gusti potete scegliere di aggiungere (o sostituire) alcuni ingredienti unite delle telline, o molluschi come polpetti, seppie o seppioline. Sempre in base ai vostri gusti, potete sceglie la quantità dei pomodori da utilizzare: in questa ricetta abbiamo utilizzato pomodorini piccadilly, che pur essendo molto saporiti rimangono piuttosto sodi anche da maturi. I pomodorini piccadilly sono una varietà adatta alla preparazione di sughi perché con le alte temperature, la buccia diventa tanto sottile da non richiedere che il pomodoro venga frullato, ne risulta un sugo denso e cremoso e ben equilibrato in sapidità e dolcezza. Se di stagione, tra la fine di luglio fino a ottobre, potete scegliere di utilizzare i pomodorini del piennolo del Vesuvio DOP, noti per il loro sapore dolce-acidulo adatto al connubio con il pesce o datterini altrettanto equilibrati. Per gli amanti dei gusti forti potete aggiungere una buona quantità di peperoncino, omettetelo invece se non amate il piccante.

Preparazione Gnocchi allo scoglio

  1. Per gli gnocchi: lessate le patate, pelatele e passatele due volte con uno schiaccia patate. Su una spianatoia disponete la farina a fontana mettete nel mezzo le patate schiacciate, un uovo, 1 cucchiaino raso di sale e impastate dall'esterno verso l'interno, incorporando man mano tutta la farina. Quando l'impasto risulta liscio e omogeneo, dividetelo in pezzi e ricavate lunghi cilindri di pasta del diametro di 2 cm circa. Tagliate i cilindri di pasta in tocchetti di 1 cm circa. Conservate gli gnocchi così ottenuti sulla spianatoia infarinata. Coprite con un canovaccio e lasciate riposare per 20 minuti.
  2. Pulite i calamari come spiegato nel nostra videoricetta. Prima di procedere con la pulizia di tutti gli ingredienti, conservate in frigorifero 4 gamberi e 8 scampi non puliti, 4 cozze (pulite) e una manciata di vongole (in una ciotola piena d'acqua).
  3. Pulite i gamberi eliminando prima la testa e la coda, poi il carapace e aiutandovi con uno stuzzicadenti o con la punta di un coltello, rimuovete il budello. Pulite anche gli scampi.
  4. Pulite le cozze raschiando i gusci e rimuovendo il bisso, mettetele in una padella capiente inseme alle vongole, aggiungete uno spicchio d'aglio in camicia, un ciuffo di prezzemolo, una macinata di pepe e mezzo bicchiere d'acqua. Coprite e ponete sul fuoco a fiamma moderata finché non sono aperte tutte le valve (eliminate quelle che non dovessero aprirsi). Spegnete il fuoco, con una schiumarola trasferite i frutti di mare in una ciotola, privateli del guscio e teneteli da parte. Filtrate il sugo dei frutti di mare con un colino a maglie strette e tenete da parte.
  5. In una padella fate scaldare 5 cucchiai di olio con uno spicchio d'aglio e un po' di peperoncino. Aggiungete i calamari, sfumate con il vino bianco a fiamma vivace finché non evapora, abbassate la fiamma e lasciate cuocere per 10 minuti circa.
  6. Lavate, asciugate e tagliate a metà i pomodorini. Lavate e asciugate il prezzemolo e il basilico, tritateli finemente. In una padella capiente fate scaldare l'olio restante con uno spicchio d'aglio in camicia, aggiungete i gamberi e gli scampi non puliti, le cozze e le vongole che avevate conservato in frigorifero. Aggiungete i pomodorini, una parte del trito di prezzemolo e basilico e un mestolo di liquido dei frutti di mare. Lasciate cuocere a fiamma medio-alta per pochi minuti. Aggiungete i calamari e i gamberi poco prima di spegnere il fuoco. Fuori dal fuoco aggiungete i frutti di mare cotti e puliti. Conservate coperto.
  7. Portate a bollore una pentola con abbondante acqua e un paio di mestoli del liquido dei frutti mare, non eccedete con il sale. Versate gli gnocchi un poco alla volta, quando salgono a galla trasferiteli, aiutandovi con una schiumarola, nella padella con il sugo. Quando li avrete scolati tutti, accendete il fuoco e fateli saltare per un paio di minuti, aggiungendo un filo d'olio e il restante trito di prezzemolo e basilico. Regolate di sale e di pepe e servite.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti