Gnocchi con pancetta e scalogno, un primo piatto invernale

13 gennaio 2018

Ingredienti per 6 persone

Gli gnocchi con pancetta e scalogno sono un primo piatto ricco e saporito, perfetto per la stagione invernale. Giovedì gnocchi, venerdì pesce, sabato trippa: così recitava il menù settimanale della tradizione culinaria romana attraverso un perfetto bilanciamento tra piatti tipici della cucina popolare. Gli gnocchi rientrano nella rosa delle ricette più risalenti in assoluto, pensate che già con Boccaccio nel Decamerone si parlava dei cosiddetti maccheroni che rotolavano a valle di una montagna di formaggio grattugiato, alludendo senza dubbio a una forma primordiale di gnocco. Mentre all’inizio la ricetta classica prevedeva un impasto a base di acqua e farine – come quelle di miglio, sorgo, farro e grano – o di semolino, con il passare degli anni – e solo a partire dal ‘700 – si giunge agli gnocchi (modernamente intesi) patate, uova e farina. Il segreto per una perfetta realizzazione si cela nell’esatto rapporto tra la dose di farina e quella di patate: una quantità eccessiva di farina, infatti, renderà gli gnocchi eccessivamente duri, mentre se si eccede con le patate, questi tenderanno a disfarsi durante la cottura. Trovato il giusto equilibrio, il risultato sarà quello di morbidi e cremosi bocconcini da accompagnare con un’infinita varietà di condimenti: dall’intramontabile versione alla sorrentina con pomodoro e mozzarella, ad alternative più originali e sfiziose con verdure croccanti e spezie. Se cercate un’idea di semplice e facile preparazione, ma dalle note estremamente saporite, preparate un soffritto a base di scalogno e pancetta, tuffate gli gnocchi nel condimento e ultimate con l’aggiunta di erba cipollina e altri aromi a scelta.

Preparazione Gnocchi con pancetta e scalogno

  1. Sbucciate le patate e lessatele in abbondante acqua salata per circa 30 minuti. Scolatele e passatele allo schiacciapatate ancora calde. In una ciotola unite le patate con la farina, l’uovo e un pizzico di sale, impastate fino ad ottenere un panetto liscio ed omogeneo.
  2. Su un piano da lavoro infarinato, formate dei lunghi rotolini dello spessore di poco più di un dito, tagliateli a pezzetti di due centimetri e passateli sul rovescio della grattugia premendoli delicatamente con l’indice. Disponete i vostri gnocchetti su un canovaccio infarinato in modo che non si attacchino tra di loro.
  3. Intanto preparate il condimento, facendo soffriggere in una padella lo scalogno tritato finemente con olio extravergine di oliva e un pizzico di sale.
  4. Tagliate la pancetta in piccole striscioline, aggiungetele al soffritto di scalogno e fatele abbrustolire a fuoco medio per qualche minuto. Sfumate con vino bianco e fate evaporare completamente il liquido.
  5. Cuocete gli gnocchi in abbondante acqua salata bollente. Raccogliete gli gnocchi con una schiumarola non appena vengono a galla e versateli direttamente nella padella con il condimento di pancetta e scalogno.
  6. Fate saltare il tutto per due minuti e regolate di sale e di pepe.
Servite gli gnocchi caldi completando con erba cipollina fresca.

Variante Gnocchi con pancetta e scalogno

Per rendere gli gnocchi ancora più morbidi potete sostituire parte delle patate con ricotta fresca.

I commenti degli utenti