Lasagna di polenta con verza

16 novembre 2013

Ingredienti per 4 persone

La polenta grazie alla sua capacità nutritiva e alla sua semplicità di preparazione è stata l’elemento principale della dieta degli italiani del Nord. Già nell’antichità si preparavano pietanze a base di polenta, spesso realizzata con il farro o il segale: non è infatti raro anche oggi trovarne di diversi tipi, preparati con una grande varietà di farine. Con l’arrivo del mais in Europa, in seguito alla scoperta dell’America, la polenta si è diffusa in quasi tutte le regioni italiane, accompagnata immancabilmente da un buon bicchiere di vino. È tradizione di cuocere la polenta in un paiolo, per poi servirla stessa su un’asse di legno e posta al centro della tavola, avendo così la funzione di riunire la famiglia intorno a questo piatto. La ricetta di polenta con verza che presentiamo oggi è molto delicata grazia alla particolare cottura che si realizza con il latte. Il sapore forte della verza viene stemperato dalla delicatezza e dolcezza dei formaggi e la salvia con il suo tipico profumo ne esalta il gusto.

Preparazione Lasagna di polenta con verza

  1. Strato di polentaPortate a bollore il latte con l’acqua e versate la farina; regolate di sale e fate cuocere la polenta per 60 minuti. Una volta pronta versatela su una teglia formando uno strato di 2 cm e lasciatela raffreddare.
  2. Nel frattempo portate a ebollizione abbondante acqua salata e lessate la verza lavata e tagliata a pezzi piccoli. Una volta cotta scolate la verza e tenetela da parte.
  3. Strati di lasagne e verzaIn un pentolino fate fondere il burro con la salvia. Tagliate la polenta a fette e sistemate a strati in una pirofila imburrata. Alternate con strati di verza, burro fuso, fontina e parmigiano. Ripetete l’operazione fino a esaurimento degli ingredienti. Infornate la lasagna a 200 °C per 20 minuti.
Lasciate raffreddare per qualche minuto e servite.

Variante Lasagna di polenta con verza

In estate si può far rassodare la polenta per poi riscaldarla su di una griglia con del formaggio filante sopra e servirla come antipasto. In inverno invece si possono usare i diversi prodotti stagionali e abbinamenti più ricchi: una delle ricette più apprezzate è  la polenta con il sugo di spuntature di maiale e salsicce. In alternativa si possono preparare i celebri gnocchi di polenta.

Consigli dello chef

Per dare ulteriore sapore al piatto, vi consiglio di aggiungere un trito di erbe di stagione durante la cottura della polenta, un accorgimento che regalerà anche un ottimo profumo.

Dino De Bellis Chef di Salotto Culinario a Roma

Vino in abbinamento

Verza e fontina richiedono in abbinamento toni decisi a contrasto e un buon tenore alcolico. Un Bianco del Collio, preferibilmente da Malvasia e Friulano, accompagna degnamente questo primo piatto.

Alessio Pietrobattista Esperto di vino, collabora con diverse guide del settore

I commenti degli utenti