Lesso alla picchiapò: cucina romana

7 marzo 2018

Ingredienti per 8 persone

Il lesso alla Picchiapò è uno dei grandi piatti della cucina popolare romana. Uno straordinario piatto del recupero che nasce dall’esigenza di riutilizzare la carne utilizzata per preparare il brodo che, a fine cottura, risultava sfibrata, asciutta e quasi senza sapore. Il lesso, che va distinto dal bollito, dove la carne viene immersa nel brodo bollente conservando così la sua succulenza e le sue proprietà, viene riciclato e reso appetitoso ripassandolo in una salsa di cipolle stufate con il pomodoro, il tutto servito con patate bollite e pane casereccio. Il nome Picchiapò non ha un etimologia certa anche se pare che il piatto nacque al Testaccio, a ridosso del Mattatoio, dove le osterie locali utilizzavano gli scarti di alcuni tagli di carne per servire prima un saporito brodo e poi un’abbondante padellata come secondo. La carne veniva tagliata a pezzi, quasi picchiata (qui, picchiapò) per poi finire in padella con aggiunta di pomodori e cipolle e patate a spicchi. Secondo altri il nome deriverebbe da una favola in prosa romanesca di Trilussa che racconta di un personaggio di nome Picchiabbò.

Preparazione Lesso alla picchiapo'

  1. lesso-alla-picchiapo-1Mettete in una pentola capiente la carne, 2 cipolle intere (steccatene una con i chiodi di garofano) e le altre verdure in pezzi.
  2. lesso-alla-picchiapo-2Ricoprite di acqua fredda, portate ad ebollizione, schiumate, regolate la fiamma e lasciate cuocere per circa 3 ore. A fine cottura filtrate il brodo e salatelo
  3. lesso-alla-picchiapo-3In un tegame ampio rosolare nell'olio per qualche minuto la cipolla rimanente affettata finemente.
  4. lesso-alla-picchiapo-4Poi sfumate con il vino, fate evaporare, abbassate la fiamma e fate stufare.
  5. lesso-alla-picchiapo-5Unite i pelati, salate, e cuocete per una quindicina di minuti. Profumate con alloro e maggiorana.
  6. lesso-alla-picchiapo-6Aggiungete la carne leggermente sfaldata con le mani e cuocete per una decina di minuti aggiungendo, se occorre, poco brodo. A fine cottura regolate di sale e pepate.

I commenti degli utenti