Marmellata di castagne: come si fa

25 settembre 2014
di Antonella Trapani

Ingredienti per 6 persone

La marmellata di castagne è una conserva da realizzare durante il periodo autunnale. Questa preparazione richiede una buona dose di pazienza: occorre incidere singolarmente le castagne e dopo una prima cottura, che fa ammorbidire i frutti, occorre effettuarne una seconda per realizzare la confettura vera e propria. Potete arricchire questa conserva con un baccello di vaniglia, con scorze di arancia o con un cucchiaino di cacao amaro da mescolare al composto prima della cottura. Nel lessico comune questa conserva è chiamata marmellata, in realtà il lemma marmellata può, per legge, essere utilizzato esclusivamente per preparazione a base di agrumi.

Preparazione Marmellata di castagne

  1. Sterilizzate i barattoli: lavate vasetti e tappi sotto l'acqua corrente. Disponete sul fondo di una pentola capiente un canovaccio pulito, sistemate all'interno i vasetti. Distanziate i recipienti tra loro con un altro canovaccio. Riempite la pentola e i vasetti con abbondante acqua fredda e mettetela sul fuoco. Accendete e portate a ebollizione: l'acqua deve bollire per 30 minuti. Quando mancano 10 minuti aggiungete anche i tappi. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente. Estraete i vasetti e i tappi, lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.
  2. Incidete la buccia delle castagne evitando accuratamente di intaccare la polpa. In una pentola capiente versate abbondante acqua, aggiungete le castagne e lasciate cuocere per 1 ora. Scolate le castagne e aiutandovi con un coltello privatele della buccia. Passatele con un passaverdura fino a ottenere un composto sottile. In una casseruola unite l'acqua con lo zucchero e lasciate cucinare lo sciroppo per 10 minuti. Aggiungete lo sciroppo alle castagne in una pentola capiente e lasciate cucinare per 30 minuti. Quando è pronta trasferitela nei vasetti, capovolgeteli e lasciateli raffreddare in questa posizione: il calore garantirà una chiusura sottovuoto.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti