La marmellata di anguria

19 agosto 2014
di Antonella Trapani

Ingredienti per 8 persone

La marmellata di anguria è una conserva da realizzare durante il periodo estivo. L’anguria è un frutto originario della valle del Nilo, povero di principi nutritivi, costituito principalmente da acqua e zucchero. Viene di solito comperato intero e deve essere conservato in fresco e consumato in fretta poiché oltre a disidratarsi tende a irrancidire. La confettura di anguria, marmellata è un termine che identifica esclusivamente le preparazioni a base di agrumi, è caratterizzata da un sapore intenso che può essere reso ancora più aromatico con l’aggiunta di succo di limone o per una versione più esotica con un rametto di rosmarino fresco.

Preparazione Marmellata di anguria

  1. Sterilizzate i barattoli: sotto l'acqua corrente lavate accuratamente i vasetti e i loro tappi. Foderate il fondo di una pentola capiente con un canovaccio pulito, disponete all'interno tappi e vasetti. Distanziate i recipienti tra loro con un altro canovaccio. Riempite la pentola e i vasetti con acqua fredda: dovrà riempire quasi completamente la pentola. Mettetela sul fuoco medio e portate a ebollizione, lasciatela bollire per 30 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente. Estraete i vasetti e i tappi, lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.
  2. Sbucciate l'anguria, privatela di tutti i semi e tagliatela a cubetti. Mettetela in una ciotola capiente, aggiungete lo zucchero, coprite con pellicola da cucina e lasciate riposare in frigo per 24 ore. Aiutandovi con un mixer, frullate il composto, aggiungete il succo di limone e trasferitelo in una casseruola. Portate a ebollizione a fuoco moderato, mescolando di tanto in tanto. Fate cuocere per 1 ora eliminando con un cucchiaio la schiuma che man mano si crea in superficie. Verificate la cottura facendo cadere poche gocce di marmellata su un piatto freddo di freezer: se le gocce risultano sode la confettura è pronta.
  3. Riempite i barattoli con la confettura calda, chiudeteli ermeticamente e capovolgeteli. Il calore farà formare una chiusura sottovuoto. Quando saranno freddi, riponeteli in un luogo fresco e asciutto.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti