Marmellata di uva fragola

5 settembre 2014
di Giuliano Lorenzin

Ingredienti per 12 persone

La marmellata di uva fragola è una conserva ideale da realizzare all’inizio dell’autunno. L’uva fragola è un tipo di uva da tavola molto zuccherina originaria dell’America. Introdotta in Italia intorno al 1825 si raccoglie tra fine settembre e ottobre quando il picciolo assume una colorazione rossa e si stacca facilmente dal tralcio. La marmellata che se ne ricava è ideale per realizzare crostate o rotoli di pan biscotto. Questa marmellata di uva fragola è in realtà una confettura, il termine marmellata, infatti, può essere utilizzato solo per definire le conserve a base di agrumi. Questa conserva è realizzata senza pectina, con l’aggiunta di mele che contengono questo gelificante naturale.

Preparazione Marmellata di uva fragola

  1. Sterilizzate i barattoli: sotto l'acqua corrente lavate accuratamente i vasetti e i loro tappi. Foderate il fondo di una pentola capiente con un canovaccio pulito, disponete all'interno tappi e vasetti. Distanziate i recipienti tra loro con un altro canovaccio. Riempite la pentola e i vasetti con acqua fredda: dovrà riempire quasi completamente la pentola. Mettetela sul fuoco medio e portate a ebollizione, lasciatela bollire per 30 minuti. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente. Estraete i vasetti e i tappi, lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.
  2. Lavate accuratamente l'uva e staccate ogni acino dal graspo. Sbucciate le mele, privatele del torsolo e tagliatele a cubetti: tenetele da parte. Versate l'uva in una casseruola capiente e lasciate cuocere con il coperchio a fuoco dolce per 15 minuti o fino a che la frutta non inizia a sfaldarsi. Passate la frutta con un passaverdura a fori piccoli. Eventualmente potrete procedere eliminando ulteriori residui di buccia o semi passando il composto attraverso un colino.
  3. Versate il composto in una pentola, aggiungete lo zucchero e i cubetti di mela. Lasciate cucinare a fuoco medio per 1 ora e mezza, eliminate con un cucchiaio la schiuma che si forma in superficie. Testate la consistenza della confettura facendone cadere poche gocce su un piatto freddo di freezer: deve risultare soda e appiccicosa. Riempite con la marmellata ancora calda i barattoli di vetro: il calore aiuta a creare una chiusura sottovuoto. Una volta raffreddati i vasetti possono essere riposti in credenza e conservati al buio.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

I commenti degli utenti