Conserve estive: marmellata di pesche

3 luglio 2014
di Giuliano Lorenzin

Ingredienti per 10 persone

La marmellata di pesche è una conserva che si realizza nella stagione estiva. Le pesche sono un frutto originario della Cina arrivato nel bacino del Mediterraneo grazie alle conquiste di Alessandro Magno. Rinfrescante e ricco di vitamine, è un frutto che matura tra luglio e agosto. Esistono numerose varietà di pesche, alcune decisamente più dolci e succose. Per realizzare questa ricetta sono state utilizzate le pesche tabacchiera, che hanno un profumo molto intenso; possono essere a pasta gialla o bianca e sono molto dolci e morbide di consistenza. Per questo il motivo il trasporto è difficile e, di conseguenza, il costo è più alto. Questa varietà di pesca, inoltre, andrebbe consumata pochi giorni dopo la raccolta.

Preparazione Marmellata di pesche

  1. Lavate le pesche cercando di eliminate tutta la peluria, asciugatele con la carta da cucina, tagliatele in due parti ed eliminate il nocciolo. Passate le pesche al passaverdura per ottenere un composto morbido. In una casseruola versate la polpa e lo zucchero, irrorate con il succo di mezzo limone. Portate a ebollizione a fuoco lento mescolando di tanto in tanto ed eliminando la schiuma che man mano tende a formarsi sulla superficie. Questo semplice passaggio garantirà un colore brillante. Cucinate per 20 minuti ripetendo questa operazione più volte. Su un piatto freddo di freezer fate cadere qualche goccia di marmellata: se scuotendo il piatto la goccia rimane soda la marmellata è pronta.
  2. Sterilizzate i barattoli: lavate vasetti e tappi sotto l'acqua corrente. Disponete sul fondo di una pentola capiente un canovaccio pulito, sistemate all'interno i vasetti. Distanziate i recipienti tra loro con un altro canovaccio. Riempite la pentola e i vasetti con abbondante acqua fredda e mettetela sul fuoco. Accendete e portate a ebollizione: l'acqua deve bollire per 30 minuti. Quando mancano 10 minuti aggiungete anche i tappi. Spegnete il fuoco e lasciate raffreddare completamente. Estraete i vasetti e i tappi, lasciateli asciugare capovolti su un canovaccio pulito.
  3. Versate la marmellata ancora calda all'interno dei vasetti e capovolgeteli. Il calore aiuta a creare una chiusura sottovuoto. Una volta freddati i vasetti possono essere riposti in credenza e conservati al buio.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Variante Marmellata di pesche

Potete aromatizzare con poco rosmarino aggiunto alla marmellata prima che finisca nei barattoli.

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti