Paczki, ciambelle polacche

11 novembre 2017

Ingredienti per 6 persone

Bomboloni, ciambelle, donuts, krapfen: tanti nomi per indicare uno dei dolci più calorici e sostanziosi da gustare a colazione o a notte fonda come alternativa al cornetto. Ad aggiungersi a questa lista di bontà tentatrici, ci sono i Paczki polacchi che, altro non sono che i parenti dei ben noti Krapfen austriaci. Secondo la tradizione infatti la nascita dei primi bomboloni si deve a Mrs Krapf che, per sfamare i difensori della città di Vienna in periodi di forte carestia, aveva iniziato a preparare delle palline di pane fritto nel lardo e ripiene di grasso. È proprio da qui, che queste frittelle ipercaloriche cominciarono a diffondersi in tutta Europa, raggiungendo la Polonia insieme all’esercito di John III Sobieski, al rientro dalla Battaglia di Vienna. La conversione da salato a dolce si ebbe però solo nel diciottesimo secolo, quando acquisirono le caratteristiche che possiedono tutt’oggi: tuttavia, i Paczki polacchi hanno conservato delle differenze rispetto ai tradizionali Krapfen austriaci. L’impasto infatti risulta più sostanzioso, essendo arricchito da una piacevole nota alcolica a base di rum o di vodka e da una maggiore dose di burro. Il ripieno poi prevede una farcia di marmellata di rose o, nei casi più golosi, una glassa di zucchero, arricchita con scorze d’arancia candite con cui ricoprirne la superficie.

Preparazione Paczki

  1. In un pentolino scaldate leggermente il latte nel quale dovete sciogliere il lievito di birra. Nella ciotola della planetaria versate la farina con lo zucchero, il pizzico di sale e al centro il lievito sciolto. Iniziate ad impastare delicatamente tutti gli ingredienti.
  2. Unite i tuorli uno alla volta, i semi della bacca di vaniglia, la scorza del limone, l’alcool e infine il burro ammorbidito. Azionate la planetaria ad una velocità maggiore in modo da ottenere un impasto liscio ed elastico.
  3. Mettete l’impasto a lievitare in una ciotola, coperto con della pellicola per 3 ore circa o fino a quando non è raddoppiato di volume.
  4. Stendete l’impasto su una spianatoia infarinata e tagliate con l’aiuto di un coppa pasta dei dischi della dimensione che più preferite. Lasciateli lievitare ancora per circa un’ora coperti con un canovaccio umido.
  5. Friggeteli in abbondante olio di semi, girandoli prima da un lato e poi dall’altro. Scolateli e riempiteli con la marmellata di rose.
Serviteli ancora caldi con una generosa spolverata di zucchero a velo.

Variante Paczki

Provate a cuocere i vostri Paczki al forno a 190°C. In questo caso allungate i tempi di lievitazione in modo che in cottura si gonfino perfettamente.

I commenti degli utenti