Panino con bollito, ricotta e guanciale, un panino gustoso dall’animo romano

25 marzo 2016
di Marco Rufini

Ingredienti per 4 persone

Preparazione Panino con bollito, ricotta e guanciale

  1. Per il pane, mettete in una ciotola 250 g di acqua, aggiungete il lievito, fatelo sciogliere e unite le farine. Amalgamate, salate, unite la rimanente acqua e impastate. Coprite con la pellicola e lasciate lievitare in frigorifero per 24 ore. Poi dividete l’impasto in quattro parti e lasciate lievitare ancora fino al raddoppio del volume. Infornate le pagnotte a 220 °C per 15 minuti e poi per 25-30 minuti a 185 °C, con un contenitore pieno d’acqua sul fondo del forno per creare la giusta umidità.
  2. Per il bollito, preparate un brodo con tutte le verdure e l’anice stellato partendo da acqua fredda. Al momento del bollore, immergete la carne e cuocete fino a quando sarà sufficientemente morbida. Lasciatela raffreddare.
  3. Tagliate il guanciale a listarelle e fatele abbrustolire in padella, senza aggiungere altri grassi. Affettate sottilmente il carciofo e scottatelo in una padella con un filo d’olio, l’aglio, il sale e un battuto di prezzemolo e mentuccia. In una ciotola, mescolate la ricotta con il latte e la scorza di limone fino a renderla cremosa. A parte, condite le puntarelle con olio e sale e aggiungete i pinoli.
  4. Aprite le pagnotte a metà e scaldatele nella padella in cui avete rosolato il guanciale (solo dalla parte del taglio).
  5. Componete il panino, mettendo alla base la crema di ricotta e la polvere di peperone, poi il bollito sfilacciato con le mani e un pizzico di sale. Aggiungete i carciofi, il guanciale, le puntarelle e il pecorino.
Chiudete il panino e servite.

I commenti degli utenti