Peposo all’imprunetina, tradizione toscana

3 luglio 2018

Ingredienti per 4 persone

Il peposo all’imprunetina è un piatto tipico della tradizione culinaria toscana e precisamente di Impruneta, un paese delle colline intorno a Firenze. Il peposo originariamente veniva preparato di notte dai fornacini, ossia gli artigiani che lavoravano nelle fornaci dove si cuocevano vasi e mattonelle. La sera, terminati i turni, gli artigiani mangiavano il piatto messo a cuocere molte ore prima. Il pepe serviva a coprire l’odore poco piacevole della carne e il vino conferiva il giusto aroma in cottura. Gli ingredienti potevano variare a seconda della stagione, ma di base venivano utilizzati tagli di carne non pregiata (in genere il muscolo di manzo), vino rosso, aglio, erbe aromatiche e pepe. Per la buona riuscita della ricetta, utilizzate un vino rosso corposo e di buona qualità. Prestate attenzione a non girare spesso la carne e a cuocerla fiamma molto bassa. Servite accompagnato da purè o verdure di stagione.

Preparazione Peposo all'imprunetina

  1. spezzatino con carciofi (1)Tagliate la carne a pezzi non troppo piccoli.
  2.  manzo-in-casseruolaMettete l'olio in un tegame di coccio, aggiungete la carne, gli spicchi d’aglio in camicia, il pepe, aggiungete il mazzetto aromatico e coprite tutto con il vino rosso. Se a metà cottura dovesse mancare liquido, potete aggiungere acqua calda. Sempre a metà cottura aggiungete il sale grosso. La fiamma deve essere bassa, mettete sul fornello anche uno spandi fiamma in modo da abbassare ulteriormente la forza della fiamma e lasciate cuocere per 4/5 ore senza girare la carne troppo spesso.
Servite con purè di patate.

I commenti degli utenti