Polpette di sgombro e ricotta

9 dicembre 2013

Ingredienti per 4 persone

Le polpette di sgombro e ricotta sono un secondo a base di pesce  che può essere servito anche come finger food durante un aperitivo, oppure una festa con buffet, proprio come le classiche e più note polpette di tonno. Le polpette sono una preparazione diffusa in tutto il mondo. Combinazioni e varianti sono infinite, si va dalla scelta degli ingredienti al metodo di cottura fino alle salse di accompagnamento. Quel che accomuna la preparazione delle polpette è la presenza di un legante o rassodante, generalmente uova, pangrattato o mollica di pane ammollata. In Italia i primi cenni sulla preparazione delle polpette compaiono in uno dei maggiori testi della gastronomia nazionale: il Libro de Arte Coquinaria, redatto nel XV secolo dal cuoco Maestro Martino da Como, testo che segna il passaggio tra la cucina di stampo medievale a quella rinascimentale. Altro personaggio illustre che menzionò le polpette, ne La Scienza in cucina e l’Arte di Mangiare bene del 1881, è Pellegrino Artusi: la descrizione che ne fa è quella di un piatto semplice da preparare e a base di avanzi di carne cucinati per altre ricette. Versatili, le polpette piacciono a grandi e piccoli, sono semplici e rapide da preparare.

Preparazione Polpette di sgombro e ricotta

  1. step2Tagliate a fettine sottili i peperoncini e tritate finemente la cipolla seguendo il video dei tagli aromatici di Agrodolce. In una ciotola lavorate la ricotta con una forchetta fino a ottenere una crema morbida, omogenea e senza grumi. Unite le uova, una per volta, amalgamate delicatamente utilizzando una spatola e facendo movimenti dal basso verso l’alto (questa operazione serve a incorporare aria e quindi a dare consistenza soffice e spumosa al composto). Salate, pepate, aggiungete la cipolla, i peperoncini e mescolate.
  2. Il composto di ricotta e sgombroSgocciolate bene i filetti di sgombro al naturale dalla loro acqua di conservazione. In un’altra ciotola riunite i filetti di sgombro e, aiutandovi con i rebbi di una forchetta, riduceteli a pezzettini. Uniteli al composto di ricotta e uova.
  3. Le polpette di sgombro e ricotta sono prontePreriscaldate il forno a 180 °C. Aggiungete il nero di seppia, il parmigiano e 50 g di pangrattato. Mescolate gli ingredienti continuando a utilizzare la spatola, con il medesimo movimento, dal basso verso l'alto. Prelevando poco composto per volta, formate delle polpettine grandi quanto una noce, passatele nel restante pangrattato e disponetele su una teglia foderata con carta forno. Infornate e cuocete per 20 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire a tavola.
Accompagnate le polpette con lo yogurt greco.

Variante Polpette di sgombro e ricotta

Se preferite un gusto più deciso, aggiungete un cucchiaio di caprino fresco al composto di ricotta e uova. State attenti a non esagerare altrimenti il formaggio potrebbe coprire il sapore dello sgombro.

I commenti degli utenti