Polpo alla gallega: la ricetta

23 gennaio 2015

Ingredienti per 4 persone

Il polpo alla gallega, conosciuto anche con il nome originale polbo á feira, è una preparazione che rientra tra le tradizionali tapas, gli antipasti o aperitivi tipici spagnoli. Questo piatto, nato in Galizia ma diffuso in tutta la nazione, è comunemente preparato nei giorni di festa ed è un immancabile cibo durante le fiere. Può essere servito come antipasto di pesce o come portata finger food per buffet o aperitivi. Il segreto per una buona riuscita della ricetta del polpo alla gallega è la cottura del pesce, le cui carni devono risultare tenere e morbide. Prima di cuocerlo, quindi, è opportuno seguire alcuni consigli: dopo averlo pulito, colpitelo con un batticarne fin quando le fibre del corpo si allenteranno. In alternativa, se possibile, potete congelarlo per un giorno intero e scongelarlo poi lentamente tenendolo in frigo, prima di proseguire con la ricetta.

Preparazione Polpo alla gallega

  1. In una pentola capiente portate a ebollizione abbondante acqua, con una cipolla mondata. Aiutandovi con le pinze immergete e togliete dall’acqua il polpo almeno tre volte tenendolo per la testa. Quindi lasciatelo completamente immerso e cuocetelo per circa 50 minuti tenendo la pentola coperta.
  2. Trascorso il tempo di cottura, spegnete la fiamma e lasciate riposare il polpo nella pentola per altri 15 minuti. Togliete il polpo dalla pentola, riaccendete il fornello e cuocete nella stessa acqua le patate sbucciate intere per circa 20 minuti, o fin quando sono tenere.
  3. Tagliate il polpo a rondelle e le patate bollite a fette. Disponetele su un tagliere o su un piatto da portata e condite con abbondante paprika in polvere, del sale grosso e un filo d’olio.

I commenti degli utenti