Ragù bolognese vegano

20 dicembre 2015
di Giancarlo Bruno

Ingredienti per 4 persone

Il ragù bolognese vegano è un condimento per primi piatti, molto utilizzato di chi segue una dieta veganavegetariana. Per preparare il ragù bolognese vegano si seguono gli stessi passaggi previsti per la ricetta classica, con la differenza che al posto del macinato di carne viene utilizzato il granulare di soia. La soia granulare è un alimento poco dissimile dalla carne in quanto ad apporto proteico: si tratta di soia disidratata estremamente fibrosa, la cui consistenza non è compromessa dalle lunghe cotture. Per tutte le sue qualità il granulare di soia è diventato il sostituto eletto per diverse preparazioni in origine a base di carne. Prima di procedere alla cottura vera e propria, il granulare va reidratato: solitamente si tuffa in acqua salata (o brodo vegetale) bollente e si lascia sbollentare per 10 minuti circa: seguite in ogni caso le istruzioni presenti sulla confezione del prodotto da voi acquistato. Il granulare di soia si trova facilmente nei negozi di alimentazione naturale e in alcuni supermercati. Usate il ragù bolognese vegano per condire tagliatelle e lasagne vegane o come farcia per cannelloni insieme a della besciamella vegana.

Preparazione Ragù bolognese vegano

  1. Reidratate il granulare di soia immergendolo in abbondante acqua bollente salata. Cuocete per 10 minuti e scolatelo. Lasciate raffreddare completamente la soia nello scolapasta e coprendo con un peso, in modo che perda tutti i liquidi.
  2. In una pentola unite l'olio e un trito fine di sedano, cipolla e carota. Lasciate soffriggere finché la cipolla non imbiondisce, unite la soia granulare raffreddata e la foglia di alloro. Sfumate con il vino, mescolate continuamente e lasciate evaporare a fiamma vivace. Coprite con la passata di pomodoro, regolate di sale e di pepe e lasciate cuocere con il coperchio per 50 - 60 minuti a fuoco dolce.
Inviate le vostre ricette a: redazione@agrodolce.it

Lascia il tuo commento

I commenti degli utenti